venerdì 30 gennaio 2015

QUEL COGLIONE DI BERLUSCONI. ADESSO "STIA SERENO". DEVE SPERARE IN 5 STELLE

Raccoglie quel che ha seminato credendo di poter fidarsi di un autentico spregiudicato quale è il Renzie. Credeva di poter concordare con lui il candidato al Quirinale. Un candidato che gli fosse amico e magari gli concedesse la grazia per tornare ad essere eleggibile. Adesso gli conviene sperare che 5Stelle cali la carta Prodi rinunciando al candidato di bandiera Imposimato. Un trucco intelligente per far fuori Renzi nella speranza che la minoranza del PD voti per il suo candidato preferito Prodi e non per Mattarella. In questo modo il coglione Berlusconi sarebbe costretto a favorire anch'egli la candidatura del suo nemico Prodi associandosi a 5Stelle e sperare che la minoranza del PD per vendicarsi di Renzie, che impedì la elezione di Prodi due anni fa, voti per Prodi. Se questo accadesse Mattarella, candidato imposto da Renzie, non raggiungerebbe i 505 voti necessari e si avrebbe finalmente la sconfitta di Renzie, che non si sentirebbe più padrone della politica in Italia. In certe situazioni conviene allearsi anche con il demonio Prodi pur di sconfiggere un peggiore demonio. E Berlusconi dimostrerebbe di essere ancora determinante, mentre credeva di esserlo alleandosi con un individuo infido, spregiudicato e schifoso quale è il Renzie. Berlusconi si è voluto suicidare politicamente con la legge porcellum da lui voluta alla fine del 2005 insieme con Calderoli credendo ingenuamente di poter avere una maggioranza assoluta che invece non ebbe nelle elezioni del 2006. E' vero che poi, sempre grazie al porcellum, tornò al governo nel 2008. Ma con falsi alleati che gli fecero mancare la maggioranza. Ora il porcellum è stato peggiorato con l'italicum dando il premio di maggioranza ad una singola lista che abbia raggiunto il 40% dei voti invece che ad una coalizione di partiti. Ancora un grosso sbaglio di Berlusconi, anch'egli un individuo spregiudicato (oltre che pregiudicato) perché con l'italicum ha sperato di costringere tutti i partiti di centro destra (compresa la Lega) ad entrare nella sua lista, trasformata in un grosso listone minestrone, per non essere fatti fuori nella contrapposizione tra listone di centro destra e listone di centro sinistra. In questo modo Berlusconi ha coltivato il disegno di far vincere il suo listone entro cui avrebbe continuato a comandare lui. Disegno, l'italicum, ancora più anticostituzionale del porcellum. Uno che coltiva simili disegni politici alleandosi con un individuo diabolico come il Rienzie merita di essere sconfitto. Il fatto è che in questo modo con l'italicum sarebbe l'unico responsabile di una eventuale vittoria del listone del centro sinistra. Ma poiché è da escludere che la Lega possa accettare di entrare nel listone di Berlusconi, questo coglione deve rendersi conto che deve rompere l'alleanza con lo spregiudicato criminale Renzie con cui ha fatto il patto del Nazareno e battersi per cancellare l'italicum, che sarebbe il suo suicidio. Se nessuno dei due eventuali listoni (ammesso e non concesso che vi entrasse anche la Lega) ottenesse il 40% si andrebbe al ballottaggio. E Berlusconi ancor più sarebbe il responsabile della vittoria del diabolico Renzie. In sostanza, Berlusconi deve rompere completamente con il demonio Renzie e cercare di recuperare il traditore Alfano che da solo con lo sbarramento del 3% non riuscirebbe a rientrare in parlamento. Se Alfano toglie la fiducia al demonio Renzie il gioco è fatto, ma purché non venga approvata la legge elettorale italicum.  Solo con il sistema proporzionale senza premio di maggioranza il coglione Berlusconi può sopravvivere in politica. Ma per capirlo bisogna non essere coglioni come lui. Altrimenti continui a stare sereno con Renzie, che come accoltellatore alle spalle non ha rivali. Lo ha dimostrato accoltellando Letta dopo avergli detto "stai sereno". Che Letta, una nullità assoluta, inventore del disgraziato mare nostrum, meritasse di essere fatto fuori, questo è certo. Ma non dopo avergli detto disonestamente "stai sereno". Come si vede la politica in Italia è dominata ormai da individui vomitevoli perché interessati a fare solo i propri interessi  di potere invece che quelli del popolo. Ma d'altronde le cause di questo schifo stanno all'origine nel popolo stesso, soprattutto di quelli che si sono venduti ad un delinquente della politica per 80 danari. Maledetti.         

4 commenti:

ancor ha detto...

Questo ciarlatano infingardo(è un complimento dipingerlo un coglione)non solo non deve sopravvivere in politica, ma nemmeno nella vita. Dopo il gran male che ha fatto alla nostra nazione, regalando al suo infame amico G.W.Bush i nostri cieli tersi, per i loro infami esperimenti di modificazioni climatiche che, ci stanno avvelenando tutti, gli auguro di tutto cuore una morte lenta e dolorosa(assieme anche agli altri vili firmatari)!

Pietro Melis ha detto...

Berlusconi non è il peggiore. Peggiore è la falsa sinistra, di cui Berlusconi ha favorito la vittoria con il porcellum e poi si è messo d'accordo con un altro delinquente peggiore che è Renzi proponendo una legge elettorale (italicum) peggiore del porcellum perché introduce il premio di maggioranza alla lista e non alla coalizione. Berlusconi in questo modo, da aspirante dittatore come Renzi, credeva di costringere la Lega a salvarsi entrando nella lista di Berlusconi e far fuori 5Stelle nonostante abbia avuto il 25% dei voti. Questa è delinquenza politica. Tutto ciò è anticostituzionale perché costringe l'elettore a non poter scegliere tra diversi partiti l'uno indipendente dagli altri. Berlusconi, come Renzi (uno peggiore dell'altro) voleva far fuori tutti i partiti che non entrassero o nella lista Renzi o nella lista Berlusconi. Dando come scontato che avrebbe vinto la sua lista. Non si può andare alle elezioni dicendo all'elettore: o mangi questa ministra o salti dalla finestra. Berlusconi è l'artefice sciagurato del maggioritario con cui credeva di vincere subornando a sé i falsi alleati con il maggioritario e il premio di maggioranza. Con il porcellum ha dato 100 deputati in più al PD che ora fa da padrone nell'eleggere il presidente della Repubblica. Questo parlamento è di nomina anticostituzionale. Berlusconi è stato servo di Napolitano che voleva che anche l'Italia bombardasse la Libia, con tutte le gravi conseguenze. Da emerito coglione ha votato la legge delega Severino che l'ha fottuto. Chi di porcellum ferisce di porcellum perisce. Berlusconi è stato sempre uno stronzo perché non ha mai capito che solo con il proporzionale senza premio di maggioranza avrebbe impedito alla falsa sinistra di andare al governo. Perché il centro sinistra con il proporzionale non avrebbe mai avuto la maggioranza in parlamento.

ancor ha detto...

Sono pienamente d'accordo con tutto ciò che ha detto prof. Melis. Abbiamo una marea(purtroppo) di campioni d'iniquità e scelleratezza.

Umberto Aquila ha detto...

Secondo la scienza della lettura del volto avere le orecchie tendenti a quelle elfiche proprio come quelle dell'ingiustamente fiorentino, è segno indiscusso di egoismo; a mio parere tale scienza dovrebbe essere applicata da commissioni d'esame a varie categorie istituzionali di dubbia utilità.
Ma l'egoismo che permea il (n)ostro non è niente di fronte alla diffusa presunzione di considerarsi in grado di comandare un paese di svariati milioni d'abitanti ognuno con esigenze diverse; la stessa presunzione che pretende di inondare i mercati di sostanze carnee considerando ogni individuo alla stregua di un cannibale.
Perchè nelle scuole invece di anacronistici pseudocorsi di educazione sessuale non si fa leggere Tolstoj?
...sììììì in (i)talia!