lunedì 6 giugno 2016

CASSIUS CLAY: UN IMBECILLE, UN PUGILE, UN BUFFONE SBRUFFONE TRASFORMATOSI IN MUSULMANO AUTONOMINATOSI MUHAMMAD ALI'

Ho sempre odiato il pugilato, una manifestazione di violenza dove è più bravo quello che vince per K.O. Perché ormai il pugilato ha come suoi rappresentanti i negri? Facile rispondere: bisogna avere soltanto forza e poco cervello. Il pugilato è un riscatto dei negri dalla povertà. Nel caso di Cassius Clay che fosse senza cervello lo ha dimostrato ancor di più il fatto di essersi convertito all'islam. Ha fatto la fine che si meritava. Infatti è morto con il morbo di parkinson, privato della facoltà di parlare a causa della malattia dopo avere sempre sparato buffonate. La fine che si meritava perché il parkinson è stato la conseguenza dei pugni ricevuti in testa. Il suo danzare sul ring non gli è servito. Probabilmente il suo cervello era stato minato anche dalla sua conversione all'islam, per cui non ha saputo reggere alla collezione dei pugni ricevuti sopra quella testa di cazzo da musulmano che aveva. E tuttavia ora lo si vorrebbe trasformare in un eroe difensore dei diritti civili. Diritti civili di chi? Dei negri? Solo la sua testa di cazzo o la sua impostura poteva impedirgli, da musulmano convertito (forse più per rabbia che per convinzione), di riconoscere che non esistono diritti civili per gli uomini musulmani. E tanto meno per le donne. Si sposò quattro volte, ebbe 9 figli dai matrimoni e due fuor di essi. Non si curò mai di uno di questi che vive in assoluta povertà con buoni pasto. E questo sarebbe stato un difensore dei diritti civili? Ma che l'infamia ne rincorra la memoria. Solo di questa infamia è degno.  

Muhammad Ali's son shut off from dad, living in poverty | New York Post

nypost.com/.../muhammad-alis-son-shut-off-dad-living-in-pove...
26 gen 2014 - In 1986, when Muhammad Ali Jr. was 14 years old, his father, the greatest boxer alive, picked up the teen for a visit. “We got in the car, and I ...           

4 commenti:

Anonimo ha detto...

professore,
ho sempre letto la "conversione" di cassius clay come una provocazione.
stiamo parlando di un personaggio che disse apertamente di odiare i bianchi. ha vissuto nell'america degli anni '60, dove c'era la segregazione razziale. dunque tutta la sua vita è stata una voglia di rivalsa, di riprendersi qualcosa che secondo lui gli spettava di diritto. decise di convertirsi all'islam in una nazione protestante ( a me risulta che l'america sia protestante ! ) per provocare, per poter dire : "sono negro e pure musulmano ! e adesso cosa mi fate ? sono un pugile, state attenti che spacco tutto !"
io la vedo così. poi da qui a dire che era un eroe dei diritti civili ce ne passa.
saluti,
marco

Anonimo ha detto...

Ma quali diritti civili? Ha ripudiato la prima moglie (Sonji Roi, sposata nel 1964) per non essersi convertita all'islam.
Da Wikipedia, alla voce Muhammad Ali: "Muhammad e Sonji divorziarono nel 1966 perché lei rifiutava di cambiare il suo stile di pettinatura e vestiario all'occidentale"

Eva De Molay ha detto...

Troppo clamore sui media per uno che nella vita ha solo sganciato pugni, sfornato figli e si è pure convertito alla religione più sanguinaria del mondo. Acclamato come un eroe... Ma de che? Solo perché non èvoluto andare in guerra? Lo ha fatto per vigliaccheria... In carcere si sta meglio che al fronte a saltare per aria dilaniato dalle bombe. Neanche quando è morto il papa hanno fatto tutto sto casino.

Anonimo ha detto...

Meno male che c'è internet, io da ragazzino ammiravo questo pugile come ammiravo Bruce
Lee e altri personaggi senza indagare cosa c'era dietro,(internet ci ha fatto fare un salto di secoli sulla conoscenza,non è secondo me assurdo pensare che fino a pochi decenni fa dal punto di vista informativo si viveva come nel medioevo).Tantissimi sono all'oscuro che la pubblicità fatta a sto stronzo dai media Usa dell' epoca era orchestrata da quella parte di establishment favorevole all'abolizione del segregazionismo (in pratica i parenti americani della Boldrini, di Napolitano,dei ds dei 5 stelle,e della junta sudamericana vaticana di Bergoglio.

Complimenti per il suo blog

Aurelio