lunedì 5 giugno 2017

VIA DALLA PAZZA FOLLA!

Ormai a queste stragi ci ho fatto il callo. Non mi fanno più effetto. E' il frutto del multiculturalismo. L'Inghilterra accogliente con il 12% di musulmani nella sola Londra, con un quartiere chiamato East London costituito da soli musulmani e con al centro una moschea dove si fa propaganda per il Corano, libro in cui si giustifica anche l'omicidio di massa per i non credenti in Maometto, con un sindaco musulmano eletto nella speranza dei londinesi di farsi benvolere dai musulmani, che cosa doveva aspettarsi? Non ci si vuole mettere in testa che non si tratta di distinguere tra musulmani moderati e musulmani estremisti. Si tratta di leggere il Corano e ammettere che deve essere considerato fuori legge perché contrario ad ogni ordinamento giuridico non islamico. Con la conseguenza che debbono essere considerate fuori legge le moschee. Ma la politica dell'accoglienza ha fatto sì che 5 abitanti di Londra (con 10 milioni di abitanti) si siano dichiarati non europei e non bianchi. Non vi è ormai alcun rimedio contro gli attentati perché vengono fatti in totale solitudine. Non vi sono servizi segreti o polizia che tengano. Ormai bisogna stare lontani dalla pazza folla, sia che si tratti di una massa di ebeti che vanno ad ascoltare quella musicaccia di merda rock buona solo per gli analfabeti della musica che si annoierebbero ascoltando musica classica, sia da quella pazza folla che a Torino riempiva una grande piazza per vedere in un grande schermo quella squadraccia della Juventus che ho sempre odiato perché forte in Italia solo perché ha più soldi per acquistare migliori calciatori,  ma nonostante sei scudetti di fila non riesce a vincere una finale in Europa. Composta da una legione straniera di calciatori che non possono certamente rappresentare una squadra italiana. Ma questo riguarda ormai tutte le squadre di calcio, che non sono più squadre nazionali ma multirazziali. E tutti quei cretini che a Torino riempivano la piazza credevano forse di fare il tifo per una squadra italiana? E'bastato lo scoppio di un petardo per seminare il terrore in un fuggi fuggi con un migliaio di feriti nel timore si trattasse di un atto terrristico islamico. E se così fosse stato se lo sarebbero meritato. Gente che si sente meglio quando si spersonalizza in una pazza folla. Anche il calcio è oggi frutto del multiculturalismo multirazziale. Della speculazione finanziaria delle società calcistiche che pagano anche centinaia di milioni di euro per un calciatore alle spalle degli stronzi che vanno agli stadi o pagano Sky per vedere le partite in diretta finanziando così le società e arricchendo i calciatori mentre la grande massa di ebeti che fa il tifo per una squadra è costituita da gente con miseri stipendi. Che tuttavia servono per arricchire questi parassiti della società che sono i calciatori. Gente che non si rende conto che il calcio sta rispecchiando le leggi dell'economia, dove la disoccupazione avanza a causa dell'esercito di riserva dei disoccupati sostituiti da mano d'opera straniera a minor costo. Nel calcio avviene lo stesso fenomeno, anche se al contrario. I calciatori stranieri tolgono "lavoro" a quelli italiani che non possono affermarsi perché subiscono la concorrenza di quelli stranieri già affermati, anche se troppo costosi. E i tifosi delle legioni straniere quali sono le squadre di club sono responsabili, i mandanti, di questa sostituzione etnica anche nel calcio.       
Come mai l'Italia sinora è stata risparmiata da atti terroristici? La risposta è che i musulmani sinora l'hanno risparmiata perché continua ad essere terra di invasione dall'Africa, che è anche invasione musulmana. Quando la presenza musulmana raggiungesse una certa percentuale allora scatterebbe anche in Italia il ricatto islamico con la pretesa degli islamici di avere un loro partito e di avere le loro leggi fondate sulla shari'a. E se pure non ufficialmente questo sta già avvenendo. Poi si aggiungerebbe anche la pretesa di convertire il papa, che in effetti con il suo dialogo interreligioso ha già indegnamente conferito dignità ad una pseudo religione che rappresenta la maggiore pazzia della Terra. Con una falsa sinistra multiculturale e multirazziale che fa il gioco dei musulmani.      

Così il Qatar finanzia in Italia
moschee e scuole coraniche

La Qatar Charity ha stanziato 25 milioni per costruire 43 moschee in Italia. Dietro la fondazione legami con al Qaeda

2 ore fa 
AVRETE NOTATO CHE NELLE MOSCHEE NON VI SONO SEDIE O BANCHI. COME FANNO A "PREGARE" COLORO CHE FISICAMENTE NON POSSONO INGINOCCHIARSI E METTERSI CON LA TESTA SINO AL PAVIMENTO E CON IL CULO IN ARIA? E I DISABILI E QUELLI CHE STANNO IN CARROZZINA COME FANNO? ALLAH  NON ACCETTA I DISABILI? IN REALTA' SONO DISABILI NEL CERVELLO I MUSULMANI. ISLAM SIGNIFICA SOTTOMISSIONE. E QUALE MIGLIORE POSIZIONE DI SOTTOMISSIONE QUELLA DELLO STARE IN GINOCCHIO CON LA TESTA PER TERRA OFFRENDO ANCHE IL CULO AD ALLAH?

5 commenti:

Anonimo ha detto...

professore,
questi invasori, anche appurato che non scappano da nessuna guerra, sono mantenuti senza dover fare nulla.
parliamo di persone che hanno i pasti pronti, il servizio in camera e la biancheria.
insomma, non devono fare nulla.
come se io vivessi tutto il giorno in albergo.
questo non è etico.
a scuola ai bambini si insegna che ogni persona deve lavorare per contribuire al benessere della società.
e questi invasori sono esenti da questa regola ?
oltre che non etico secondo me bisognerebbe trovare un principio di incostituzionalità.
infatti credo che sia anche incostituzionale mantenere qualcuno che non sia un disabile.
saluti,
marco

RIC ha detto...

Questa volta il terrorismo centra nulla.Ma non e' una garanzia per farci credere di essere un popolo sano di mente.Tutti ora cercano nella signora Appendino il capro espiatorio per scaricare responsabilita' politiche e rosicchiare qualche becero tornaconto. Ci sono motivi ben piu' seri per criticare il sindaco , non mi abbasserei a puntarle il dito contro per questo fatto..C'e anche un prefetto che deve dare disposizioni .... vista la generica bassezza culturale dei manifestanti.
Erano tutti li a festeggiare una discutibile vittoria . 30.000 persone pronte a esultare come se avessero vinto una guerra mondiale , In piazza san Carlo .ma possibile che nessuno veda nella juventus una responsabilita' diretta in una manifestazione da lei organizzata ed auspicata ? gli Agnelli compreso El...Kan.. non conoscono forse la plebaglia che tutte le domeniche riempiono gli stadi ? saluti .

Anonimo ha detto...

Professore, sul sito del "il gionale", c'è un articolo a firma di Magdi Alam, che ripete gli avvertimenti da lei lanciati, in riguardo alla pratica della dissimulazione islamica. Finalmente la gente incomincia a capire. Saluti, Daniele.

Anonimo ha detto...

Eccellente Professore,
quanto alla "preghiera islamica" che (-in alcune delle sue fasi-) deve essere recitata stando con la fronte a contatto col suolo verso est e con il deretano sollevato verso ovest (posizione di per sé tragicomica e degradante = la posizione adatta ai sub-umani islamici-veri), ebbene -secondo quel che mi hanno riferito alcuni musulmani che vivono a Torino- qualora il soggetto sia fisicamente impossibilitato a piegarsi in tale ridicola posizione, può recitare egualmente la preghiera da seduto (a terra) o in piedi. Ma in base agli specifici "hadith" (la raccolta di norme seconda soltanto al "corano" per autenticità e autorevolezza), la preghiera sarebbe valida solo assumendo le posizioni prescritte... . Ricordo che gli "hadith" prescrivono persino in che posizione il fedele islamico-vero deve defecare, e con quale mano deve poi ripulirsi.
In caso di errori ovviamente allah si imbestialisce...e si salvi chi può!
Il che, riguardo a quei paranoici e invasati bigotti, è tutto dire.
Un cordiale saluto da Torino. Giancarlo Matta

Anonimo ha detto...

C'e' solo 1 soluzione: dare 5 anni di tempo ad ogni musulmano per uscire dall'europa, revocare ogni cazzo di cittadinanza che queste merde hanno acquisito. Fra 5 anni rastrellamento a tappeto. Chi viene trovato va in carcere (e possibilmente sparato in testa).
Donna, bambini, qualsiasi.
Auspicabile anche la sopressione degli italiani collaborazionisti