mercoledì 21 febbraio 2018

STORIE DI ORDINARIA CRUDELTA'

Una mattanza, una strage: è questo ciò che è accaduto a Sciacca, paesino siciliano in cui sono stati ritrovati morti, a causa di esche avvelenate, decine e decine di cani che hanno avuto il solo torto di essere nati randagi, in una zona come il sud Italia dove questo equivale a morte certa.

Lo stesso sindaco di Sciacca, Francesca Valenti, è stata oggetto di attacchi – anche minacce di morti – soprattutto a mezzo internet per non si capisce bene che cosa: non è certo colpa della Valenti se in questa Nazione il problema del randagismo è diventato una vera e propria piaga.

Le stime degli animalisti del luogo parlano di più di 150 cani. Il sindaco sapeva dell'esistenza di cani randagi. Ma non ha mai preso un provvedimento prima che qualche criminale mettesse in atto tale strage. Si tratta di subanimali la cui vita vale meno di quella di un cane. 
Noi continuiamo a pensare che una persona che scientemente avvelena decine e decine di cagnolini possa essere curata in un solo modo: con un proiettile alla tempia.

144 CANI MORTI AVVELENATI NELLE ULTIME 48 ORE NELLE PROVINCE SICILIANE

LINK DELLA PETIZIONE:
https://www.change.org/p/regione-sicilia-30-vittime-a-sciacca-poniamo-fine-al-randagismo?recruiter=83694058&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=psf_combo_share_initial&utm_term=autopublish
In Sardegna un pastore ha ucciso, straziandola con una bastone, una volpe. 

Il pastore vendica gli agnelli e uccide la volpe: il video choc... - Unione Sarda

www.unionesarda.it › Multimedia
5 giorni fa - Il pastore vendica gli agnelli e uccide la volpe: il video-choc. Multimedia, Cronaca
Non Basta. Sempre in Sardegna dei pescatori hanno appeso con un collare una bomba ad un gabbiano per farlo esplodere in volo. Tutti impuniti a causa di una maledetta concezione antropocentrica della giustizia. 

Appendono un petardo al collo di un gabbiano per farlo esplodere in ...

https://www.ilmattino.it/...contropelo/appendono_un_petarlo_al_collo_di_un_gabbian...
Dei pescatori appendono un petardo al collo di un gabbiano dandogli fuoco per poi lasciarlo libero e farlo esplodere in volo. Un filmato choc (SCONSIGLIATO AD UN PUBBLICO SENSIBILE) che ha indignato il popolo dei social. Sabato 2 Gennaio 2016, 19:42 - Ultimo aggiornamento: 03-01-2016 10:01 © RIPRODUZIONE ...
Mancanti:
video.ilmessaggero.it/.../legano_un_petardo_al_collo_di_un_gabbian...
Sardegna, il crudele gioco dei pescatori: legano un petardo al collo di un gabbiano e lo liberano ...
Mancanti:


 Si dichiara guerra ai piccioni solo per ignoranza. E mi fa specie che persino dei veterinari continuino ad affermare che i piccioni portino comunque malattie. Ignoranti. Possono portarle solo dei piccioni malati. Ma a condizione che uno tocchi il guano dei piccioni malati e poi si porti la mano a contatto della bocca. La salmonella è causata spesso da verdure non lavate. In un mio libro ho riportato uno studio durato sessant'anni in vari Stati europei e la conclusione è stata che falsamente i piccioni sono accusati di portare malattie con il guano. La proibizione di dar loro da mangiare (e dovrebbero essere i Comuni ad interessarsene perché i piccioni sono considerati proprietà del Comune) non risolve affatto la situazione. Anzi la peggiora perché i piccioni, a causa di una alimentazione scarsa, possono essere soggetti a malattie. L'unica soluzione che i Comuni dovrebbero adottare consisterebbe nel dare loro nei mesi estivi un mangime unito ad un prodotto chiamato Ovistop ( e non lo dico per fare pubblicità a questo prodotto) che, testato ed innocuo, agisce come  anticoncezionale. Ma evidentemente i Comuni preferiscono non spendere pensando da ignoranti che sia più semplice emettere delle ordinanze di proibizione accompagnate da multe. Ho citato quanto a proposito ha scritto il veterinario scrittore Oscar Grazioli sfatando l'ignoranza della gente, compresi certi veterinari, secondo cui i piccioni porterebbero delle malattie.            

Sbagliato odiare i piccioni: sono eroi - Anmvi Oggi | Quotidiano dell ...

www.anmvioggi.it/...oscar-grazioli/53284-sbagliato-odiare-i-piccioni--sono-eroi.html
18 ott 2009 - Dai movimenti partigiani di Belgio, Francia e Olanda ai soldati al comando di Himmler (presidente della società tedesca dei piccioni) i colombi ebbero un ruolo strategico nelle due Guerre e se ne incontrate uno ai bordi della via ricordatevi di Paddy e Cher Ami e toglietevi il cappello. Oscar Grazioli.

Milano: ma va' là, i piccioni sono sani - Anmvi Oggi | Quotidiano dell ...

www.anmvioggi.it/...oscar-grazioli/51412-milano--ma-va’-là,-i-piccioni-sono-sani.ht...
17 giu 2008 - ... limitato, magari usando la nicarbazina quale antifecondativo messo nel becchime, come hanno fatto con ottimo successo a Cremona, dove peraltro un'indagine sanitaria effettuata su 600 colombi li ha trovati tutti in ottima salute. Non sarà che a Milano siamo noi ad ammorbare l'aria? OSCAR GRAZIOLI.

Basta leggende, non sono uccelli pericolosi - Anmvi Oggi | Quotidiano ...

www.anmvioggi.it/...oscar-grazioli/51457-basta-leggende,-non-sono-uccelli-pericolos...
21 giu 2008 - E aggiungerei «nessuno sano di mente» potrebbe affermare che cervi, camosci, caprioli e cinghiali non possano trasmettere la brucellosi (febbri maltesi) ... Sono a rischio zero i cittadini che usano telefoni pubblici, pestano cacche umane o poggiano la bocca sul rubinetto delle fontane? OSCAR GRAZIOLI.

Se la formica e il piccione sono più "sapiens" di noi - Il Giornale

www.ilgiornale.it/news/.../se-formica-e-piccione-sono-pi-sapiens-noi-1287753.html
22 lug 2016 - Oscar GrazioliOgni uomo crede di essere il più furbo al mondo, più furbo, s'intende, degli altri uomini, ma ci sono alcuni ricercatori (uomini cattivi e fedifraghi ovviamente) che hanno messo a confronto la furbizia, e quindi in qualche modo l'intelligenza e la capacità di cavarsela dell'homo sapiens, rispetto a ...

girolamomelis.it journal: I PICCIONI SONO SANI. PERICOLOSI E ...

www.girolamomelis.it/2008/06/i-piccioni-sono-sani-pericolosi-e.html
(Per esempio, casa mia è diventata casa loro, e casa loro è diventata casa mia.) Scrive, tra l'altro, Oscar Grazioli (vedi Blog, Testi, Ricerche): “…I colombi porterebbero all'uomo malattie molto pericolose: questa è la prima ragione per cui gli amministratori dichiarano loro guerra. La realtà è ben diversa. Se così fosse, Piazza

11 commenti:

Anonimo ha detto...

«Capisco gli animalisti, ma non si può marginalizzare la caccia, perché rappresenta posti di lavoro e pezzi dell’economia italiana».

(MARIA STELLA GELMINI)

gelmini_m@camera.it


www.lettera43.it/it/articoli/politica/2017/11/18/centrodestra-e-guerra-animalista-tra-agnellini-e-caccia/215665/

Pietro Melis ha detto...

Ho già scritto che andrò al seggio elettorale per iscrivermi dichiarando a facendo allegare un foglio in cui ripeto i motivi per cui rifiuto le schede: "la legge elettorale è stata votata da un parlamento illegittimo a causa del fatto che è stato eletto con una legge elettorale anticostituzionale. Pertanto non posso votare nemmeno per Casa Pound".

Anonimo ha detto...

La Sicilia è un'isola colma di parassiti umani. Essi sono abili soltanto nell'arte del lamento e del vittimismo. Allo stesso tempo, paradossalmente, i siciliani pretendono ancora più denaro dal governo di Roma. Soldi che provengono dalle tasche dei contribuenti dell'Italia centro-settentrionale. In Sicilia consumano ma non producono.
Neppure il prefetto Mori riuscì a sradicare la mafia poiché il comportamento mafioso è intriso a livello antropologico.
La Sicilia è strapiena di edifici abusivi. Noi ambientalisti dobbiamo essere assolutamente ostili all'abusivismo edilizio perché esso è un atto di guerra contro la Natura.
La Sicilia è la regione con il più alto numero di cani randagi. Lì il concetto di 'benessere animale' è quasi del tutto sconosciuto.
Oh, riguardo la Sardegna...
Mi ricordo quando Rita Dalla Chiesa disse giustamente che 'quella del maialetto è una barbarie'. I sardi la insultarono a-più-non-posso, difendendo a spada tratta la loro maligna 'tradizione' enogastronomica. Se non sbaglio, anche la Deledda scrisse a proposito del maialetto. Qualche mese fa in TV guardai la trasmissione di una certa Michela Murgia: ella era vegetariana, ma ammise di essere tornata carnivora in concomitanza delle elezioni regionali (lei era candidata per gli indipendentisti) perché 'in Sardegna non vinci se sei vegetariano'.

Io sogno l'avvento di una dittatura animalista ed ecologista che stabilisca punizione severissime, con campi di rieducazione e con la pena di morte.

Leggi nazionalsocialiste sugli animali e sulla natura: http://www.maat.it/livello2/diritti-animali.html

Anonimo ha detto...

È corretto. A differenza del nazional-socialismo, il fascismo (e CasaPound è un partito fascista) nulla fece per animali ed ambiente.

Pietro Melis ha detto...

Caro K. Mi farebbe piacere avere il suo indirizzo di posta e, se vuole, il numero di telefono per includerla tra le persone con cui sono in diretta comunicazione. E naturalmente, come ho sempre fatto in tali casi, l'indirizzo e il numero di telefono NON SARANNO PUBBLICATI.Con queste persone prefersco andare oltre l'anonimato.

gattadanzante ha detto...

Proporrei di inserire nel retto di questi pescatori un petardo e dargli fuoco.
Quanto ai siciliani, sono d'accordo con K.
Il signor Camilleri che tanto propaganda la bella isola di Sicilia col suo Montalbano, (che noia) perché non dice nulla sul randagismo? Troppo scomodo?
Che io sappia non l'ho mai udito puntare il dito contro questo triste fenomeno.
A dire il vero il randagismo è un fenomeno molto presente in tutta l'Italia del sud.
Anche la Campania e la Puglia sono "ben messe"...ma ogni volta che io , anche se altri forum o siti, ho scritto ciò, mi sono vista inveire contro da qualche abitante del sud che a causa del campanilismo, vuole turarsi gli occhi.
Abbiano il coraggio, invece, i cittadini della bassa Italia, di denunciare loro per primi, questi scempi, altrimenti non si lamentino poi se li si accusa di vivere ancora come all'epoca borbonica.

Cecilia

bambilu ha detto...

Quello che ho dovuto sopportare io per dar da mangiare ai Piccioni ! E’ vero, più certi animali u-piedi più che u-mani sono ignoranti, più sono arroganti. Mi fecero chiamare anche dai Carabinieri e scrivere da un avvocato con le attribuzioni scritte in anglocazzone. Dimostrai loro che i Piccioni hanno un sistema immunitario che lor magnacadaveri se lo sognano. Quanto all’avvocato gli scrissi la risposta in anglocazzone…Non si sono fatti più vivi e sinceramente spero che siano tutti “volati via”. Il mio più acerrimo nemico che minacciò di “farmi rinchiudere” anche lui è volato via…non mi dispiace per niente. Ha avuto il fatto suo. Ha cantato cosà e Natura gli ha risposto così. Ora dò riso e crackers sul mio davanzale. Il MIO davanzale. A chi mi maledice, ed una ce n’è, rispondo per le rime. Sono anche donatrice della LIPU, LAV, Cani e Gatti. Quanto alla Murgia, che sembra “benino” ma non lo è, non capisco come da vegetariani si possa tornar magnacadaveri. E’ come se un Ateo che non fa il male per paura, ma il Bene per Giustizia e Verità, tornasse a credere al totem gozzovigliatore di Agnellini sgozzati e divorati insieme al pastore Abele. Sarebbe un crimine contro La Logica della Ragione o la Ragione della Logica. Non può essere e non sarà.

Pietro Melis ha detto...

Cara Cecilia
bassa in sardo significa con disprezzo W.C.

gattadanzante ha detto...

Bassa vuol dire, in sardo, gabinetto?
Non lo sapevo.
Si impara sempre qualcosa.

Cecilia

Pietro Melis ha detto...

Più precisamente significa volgalrmente cesso.
Bambilibù mi pare che prima si presentasse come VEg Anna. Poiché il mio computer aveva perso forse per una manovra sbagliata la funzione dell'invio nella posta colgo l'occasione per rivolgermi a quegli assidui lettori che mi lasciavano commenti e che mi avevano anche lasciato il loro indirizzo di posta elettronica. Mi riferisco per esempio a bambilibu e a gionanellabalena, nomi che mi vengono a mente. Naturalmente in questo caso i loro commenti contenenti gli indirizzi di posta NON SARANNO PUBBLICATI. Come sempre ho fatto in passato. I piccioni vivono a lungo. Moltissimi anni fa raccolsi dalla strada un piccione che senza dubbio era rimasto investito da uno di quei tanti automobilisti stronzi che credono che un piccione all'ultimo momento spicchino il volo per non essere investiti.Il piccione rimase con un'ala fratturata per sempre e non era operabile anche perché non conoscevo un veterinario esperto in volatili. E' vissuto in casa ben 22 anni. Purtroppo poteva solo camminare. E' morto improvvisamente di vecchiaia due anni fa. L'ho trovato senza vita una mattina.Il giorno prima aveva continuato a mangiare e a salutarmi con il solito verso del piccione. Era una femmina.

Pietro Melis ha detto...

P.S. Ogni commento appare prima sulla mia posta. Sta a me poi decidere di pubblicarlo. Pertanto. se il commento contiene un indirizzo di posta o un numero di telefono NON LO PUBBLICO per rispetto della privacy. Meglio l'italiano privatezza