giovedì 28 luglio 2016

PAPA IMBROGLIO: NON E' UNA GUERRA DI RELIGIONE

Dopo aver scritto il titolo ho sentito alla trasmissione la Gabbia (La7) lo psichiatra Alessandro Meluzzi dire le stesse cose che io penso di questa sciagura di papa. Meluzzi ha demolito completamente questo papa attribuendogli una patologia (sic!) per il suo ritenere che questa non sia una guerra di religione ma di interessi materiali. Meluzzi ha portato l'esempio della Malesia ove vi sono interessi commerciali intrecciantisi tra di loro con popolazioni di diversa origine e religione  e tuttavia viventi in una pacifica convivenza. Dunque sono proprio gli interessi materiali che fungono da ammortizzatori delle diversità religiose. I terroristi non difendono interessi commerciali ma la loro follia islamica. Meglio: coranica. Ha aggiunto che è vissuto per lungo tempo in Siria dove è stato benissimo sotto il governo di Assad che garantiva con il suo governo forte la convivenza tra islamici e cristiani. E per finire ha aggiunto ciò che ho sempre pensato, che la cosiddetta primavera araba sia stata solo una grande sciagura perché, con la scusa disonesta di una richiesta di democrazia, si è data la stura al terrorismo della schari'a essendo l'islamismo una "religione" che è anche un ordinamento giuridico. Al musulmano italiano Davide Picardo ha posto brutalmente due domande: mi dica se sia possibile emendare il Corano cancellando la condanna a morte per coloro che siano accusati di apostasia (conversione ad altra religione) o di blasfemia. L'impostore Davide Picardo, come vi era da aspettarsi, ha risposto cercando di salvarsi in curva dicendo che il Corano non può essere emendato ma tuttavia deve essere interpretato. Tipica risposta da disonesti che mettono in atto la norma dell'impostura (o taqyya) prevista dallo stesso Corano per gli islamici che vivano in Stati non islamici per meglio infiltrarsi nella società in attesa che monti il loro numero per impadronirisi del potere iniziando a chiedere uno statuto speciale per essi pur in violazione delle leggi dello Stato non islamico in cui vivono.  
Dunque che va dicento questo Anticristo di papa che non vuole riconoscere che il terrorismo nasce dal fanatismo religioso coranico? Ecco quanto ha detto l'Anticristo: «Questa è guerra. Abbiamo paura di dire questa verità: il mondo è in guerra perché ha perso la pace - ha detto Bergoglio - Quando parlo di guerra parlo di guerra sul serio, non di guerra di religione. C'è guerra di interessi, c'è guerra per i soldi, c'è guerra per le risorse della natura, c'è guerra per il dominio dei popoli, questa è la guerra. Qualcuno può pensare sta parlando di guerra di religione: no, tutte le religioni vogliono la pace, la guerra la vogliono gli altri, capito?».
Tutte le religioni vogliono la pace? Ha forse la Chiesa cattolica  voluto sempre la pace quando aveva il potere temporale? E le persecuzioni contro gli eretici con la storia dei roghi? Ma è finita da tempo la storia delle persecuzioni della Chiesa, che ora si trova invece sulla difensiva di fronte all'offensiva dell'islamismo. Se papa Imbroglio è convinto che non si tratta di guerra di religione la Chiesa cattolica ha a capo una testa di cazzo incapace di vedere la realtà, se è in malafede crede di salvare il cristianesimo anticristianamente. E' inutile  che egli faccia il commesso viaggiatore radunando folle folkloristiche a cui corrisponde una diminuzione dei cristiani e un continuo svuotamento delle chiese. Il suo giubileo straordinario è stato un completo fallimento. Povero Ratzinger!  In che mani ha lasciato la Chiesa. Nelle mani di un imbecille totale che continua a credere che possano essere chiamati nostri fratelli i musulmani. A causa di un'espressione simile dovrebbe essere accusato di essere un Anticristo. Disse infatti Gesù: "chi non è con me è contro di me". Ma in un altro passo ha ammorbidito questa espressione dicendo ai discepoli: "chi non è contro di noi è con noi". Gli islamici sono contro i cristiani per norma coranica in quanto ritenuti blasfemi per avere ritenuto che il loro Dio fosse trinitario, avendo quel pazzo inventore del Corano identificato la trinità con il politeismo. "Allah li maledica" si legge nel Corano, "mentre erano stati indotti a credere in un solo dio". Dunque i cristiani sono equiparati incredibilmente ai pagani. Che quel disonesto del Davide Picardo cerchi di interpretare anche questa maledizone se vi riesce. 

L'IMBROGLIO DEL PAPA GESUITA (tradimento triplice) | Progetto ...

progettotrinitario.altervista.org/limbroglio-del-papa-gesuita-tradimento-triplice/
18 lug 2016 - L'imbroglio del papa gesuita, Bergoglio, imbroglio inedito, tradimento triplice, prelature, articolo 817 Costituzione della Compagnia di Gesù, ...                     

Giubileo flop. Crollo di fedeli per Papa Francesco - Affaritaliani.it

www.affaritaliani.it/cronache/papa-francesco-400073.html
03 gen 2016 - Crollo di fedeli per Papa Francesco - La bolla mediatica di papa Bergoglio c' è ancora. Specie nei salotti miscredenti. Ma fra i cattolici...

Bergoglio, go home! – Il blog di Nino Spirlì

blog.ilgiornale.it/spirli/2016/07/27/bergoglio-go-home/
1 giorno fa - Mentre Bergoglio, papa per buonisti e cattolici poltroni, affaristi ..... http://blog.ilgiornale.it/spirli/2013/07/29/papa-francesco-sullaereo-non- ...
Anche ieri Papa Francesco, nell'affrontare per la prima volta con i giornalisti l'attacco alla chiesa nel cuore .... Come fai a porgere l'altra guancia quando ti ataccano la testa?

10 commenti:

Antonio ha detto...

Lo aspettavo un suo articolo in merito, caro prof. Questo criminale sotto la papalina ha toccato il fondo!
Antonio

Anonimo ha detto...

professore,
ma no ! che sarà mai ! la religione non c'entra ! i terroristi si fanno esplodere solo per il cattivo clima economico in cui viviamo ! è più o meno il discorso del papa...e io che pensavo c'entrasse l'islam ! che ignorante che sono !
saluti,
marco

Sergio ha detto...

La mia opinione - che ho già espresso - è che la Chiesa cattolica sia al capolinea: in Europa, in occidente la gente non crede più e non può essere obbligata a credere. Chi ha ancora paura dell'inferno? Ci sono è vero ancora raduni oceanici di cattolici oranti e adoranti, ma in Brasile, nelle Filippine, non da noi. Il papa attuale non riesce a riempire nemmeno piazza S. Pietro (le inquadrature di RAI vaticana ingannano!). La fede è ormai improponibile. Che fare allora? Allora la Chiesa di Bergoglio (ma anche quella di Ratzinger) si allea con le altre religioni. Altro che extra ecclesiam nulla salus, ora tutte le religioni vanno bene e - questo è importante - devono esser rispettate. L'islam pretende il rispetto e lo ottiene pure dai pavidi occidentali. La Chiesa e Bergoglio si accodano all'islam, pensano di approfittare della sua aggressività per recuperare il rispetto anche per la fede cristiana.
Non escluderei nemmeno che gli atei di Bruxelles e gli atei nostrani (Renzi, Scalfari, Napolitano, d'Alema ecc.) favoriscano la diffusione dell'islam in Europa per intimidire le masse. Basta vedere la reazione degli Europei agli attentati degli ultimi tempi: siamo impauriti, sappiamo che il nemico è ormai in casa e può uccidere indisturbato. Quando l'islam sarà diventato anche in Europa massa critica ci sarà da ridere! Già adesso tremiamo. Chi potrà ancora dire di non credere in Dio? Sarebbe un'offesa mortale per un islamico. Dovremo fare molta attenzione a come ci esprimiamo. Ma persino il silenzio sarà offensivo per loro!
Comunque anche il buon Ratzinger era a favore dell'invasione dell'Europa. L'Europa ormai scristianizzata e indifferente alla religione doveva essere destabilizzata (il cardinale Biffi era di tutt'altro avviso).
Insomma, c'è del metodo nell'apparente follia di Bergoglio. L'alleanza delle religioni può aiutare nel breve periodo la Chiesa (e gli atei citati se ne rallegrano anche loro). Per mantenere l'ordine un po' di sana paura serve.

antonio ha detto...

Da notare,inoltre, quel sorrisetto beffardo che taglia la faccia di quel verme dal cervello castrato, altrimenti detto Piccardo il maomett-ano.gli pianterei volentieri in quella faccia da culo peloso il suo adorato libro di merda, lo ster-corano. Mi immagino come sarebbe stato più avvincente il monologo (non dialogo, in quanto il dialogo con il vuoto è un monologo) se a farlo fosse stato l'Apostata Magdi Allan,al posto del buon Meluzzi!
Antonio

Pietro Melis ha detto...

Lascio per ora questa Ann Ann che non so perché sia venuta qui a rompere i coglioni per fare pubblicità alle sue magliette. Se qualcuno lo capisce me lo dica.

Anonimo ha detto...

professore,
per alcuni aspetti il vecchio testamento può essere paragonato al corano. guerre, punizione per chi sgarra, legge, assenza di perdono, giustizia calata dall'alto. col nuovo testamento la religione cristiana si distacca dall'islam e dall'ebraismo e si fa "moderna" ( si fa per dire...) infatti si dice che sia una "fede" e non una "religione" ( dal latino "religo" - costringere, come appunto l'islam che ci vuole tutti sottomessi )
diceva Ratzinger che Gesù vuole conquistare il cuore dell'uomo. che la sua era una battaglia spirituale e non materiale. su questo gli do ragione. c'è una bella differenza con l'islam ! maometto era un conquistatore, ma nel senso materiale del termine. faceva guerre di conquista. era un assassino, anche di ebrei. Gesù in fondo - si dice - non ha ucciso nessuno. per il resto, che dire ? ai posteri l'ardua sentenza !
saluti,
marco

Alessio ha detto...

Davvero nemmeno io capisco perché le sia venuto in mente di sponsorizzare le magliette sul blog, come se qui trovasse più clienti per vendere! La gente è strana a volte, tuttavia un'ipotesi l'avrei: forse vuole distrarre l'attenzione dai temi del blog in quanto è una sostenitrice di Bergoglio o peggio degli islamici. Si tratta comunque di spam, in genere nei forum di molti siti si viene bannati (esclusi) se si agisce in questo modo.

Pietro Melis ha detto...

Eliminata anche dal cestino l'infiltrata Ann Ann.
A Marco. Vi è una fondamentale differenza tra L'Antico Testamento e il Corano. Gli ebrei non hanno mai avuto l'intenzione di fare proselitismo. Sono stati sempre gelosi di quel buffone stragista di Jahweh (chiamato anche Elohim (che è plurale e significa dèi),El Shaddai, Adonai (Signore). Solo a Mosè (macellatore di uomini, donne e bambini) il dio ebraico si presenta con il suo vero nome Jahweh spiegandogli (Esodo) che prima non poteva presentarsi con tale nome perché prima gli ebrei non erano ancora ebrei puri derivando da un progenitore, il mitico Abramo), di discendenza mesopotamica. Dopo la romanzesca (mai avvenuta) fuga in Egitto gli ebrei, passati in Egitto con la famiglia di Giacobbe (terzo patriarca, figlio di Isacco (a sua volta figlio di Abramo), famiglia costituita da una cinquantina di individui, avvenne che gli stessi ebrei, divenuti in Egitto 600.000 dopo 430 anni di "schiavitù" (falsa) in Egitto (Esodo) - ma in Genesi gli anni sono 430 - si ebbe la purezza della razza ebraica. Evidentemente gli originari 50 individui in 400 anni non avevano fatto altro che copulare continuamente, e all'inizio incestuosamente, non contaminandosi in Egitto con altre genti. Il termine plurale Elohim (plurale di El) tradisce l'originario politeismo degli ebrei, che cessò solo quando tornarono in Palestina (grazie ad un editto del 539 del re persiano Ciro il Grande, che pose fine dell'esilio in Babilonia di buona parte della popolazione ebraica che era stata deportata in Babilonia nel 587 dal re babilonese Nabucondonosor. Riflettendo sulle cause della distruzione di Gerusalemme e della successiva deportazione gli ebrei esiliati pensarono che essa fosse dovuta al fatto che gli ebrei fossero stati puniti da Jahweh, che non era stato riconosciuto come dio nazionale, cioè unico per gli ebrei. Attenzione però. Non siamo ancora al monoteismo. Siamo ancora alla monolatria. Esistono anche altri dèi ma gli ebrei debbono adorare solo il "dio geloso" Jahweh. Con il legislatoe Esdra (V-IV secolo) viene proibito il culto di altre divinità, ma il monoteismo fu successivo a Esdra. La stesura dell'inizio del Genesi pertanto deve essere fatta risalire ad un periodo successivo in quanto il dio ebraico creatore (meglio: ordinatore e non creatore dal nulla) mal si concilia con un dio posto in competizione con altri dèi.
Tutti i racconti di stragi contenuti in Esodo, in Deuteronomio e in Giosuè certamente sono stati esagerati al fine di mettere in rilievo la forza del "dio degli eserciti". Gli antichi ebrei non ebbero mai aspirazioni espansionistiche oltre la Palestina. Per quanto riguarda il cristianesimo è errato dire che "col nuovo testamento la religione cristiana si distacca dall'islam", mentre è vero il contrario per una ragione cronologica dato che quella disgrazia di Maometto morì a 62 anni nel 632 (evidentemente d.C.).

Anonimo ha detto...

professore,
sono d'accordo con la sua analisi.
volevo solo dire che considero il nuovo testamento più "umano", per dirla alla Fantozzi.
mentre il corano e il vecchio testamento, col suo dio sanguinario e geloso, non dovrebbero appartenerci più. opinione mia.
allora perché non riabilitare quezalcoatl ? non era peggiore del dio dai cento nomi del vecchio testamento...
saluti,
marco

Pietro Melis ha detto...

Ho dimenticato un altro nome del dio ebraico prima della "rivelazione" a Mosè (mai esistito): El Elyon.
A Marco.quezalcoatl fa parte di una religione scomparsa perché degli scomparsi Atzechi. Sino al 1600 la Chiesa impedì che i cristiani potessero avere conoscenza dell'Antico Testamento. Certamente aveva paura che, data l'asserita continuità tra l'Antico Testamento e i Vangeli (asserita anche nei Vangeli e nelle Epistole di Paolo), i cristiani si ponessero dei problemi sulla stessa continuità e rischiassero di perdere la fede.