giovedì 22 febbraio 2018

TURATEVI IL NASO

Come può un animalista, per di più vegetariano o vegano, votare per questo individuo? Disse Indro Montanelli: turatevi il naso e votate DC. Che cosa debbo dire a coloro che non vogliono che con il PD e i suoi affini della falsa sinistra continui l'invasione dall'Africa? Che cosa debbo dire a coloro che non vogliono sopportare il giogo dell'UE che ci ha espropriato anche della sovranità monetaria? Che cosa debbo dire a coloro che non vogliono il facile licenziamento con il famigerato Jobs act? Che cosa debbo dire a coloro che non vogliono più la legge Fornero? Che cosa debbo dire a coloro che non vogliono un liberismo delle multinazionali che delocalizzano altrove le fabbriche per aumentare il profitto e non perché altrimenti la fabbrica chiuderebbe? Che cosa debbo dire a coloro che si oppongono all'introduzione di dazi per proteggere la produzione italiana a fronte della concorrenza degli Stati dove minore è il costo della mano d'opera, come anche negli Stati dell'Europa orientale che, pur facendo parte dell'UE (Polonia, Ungheria, Romania, Bulgaria) non sono nella zona euro, o addirittura anche in uno Stato come la Slovacchia facente parte della zona euro? Vogliono ancora questo sfrenato liberismo della falsa sinistra? La vera sinistra si può trovare solo in una destra sociale. E purtroppo chi si oppone a questo sfrenato liberismo è proprio uno per cui non posso votare come animalista vegetariano. A coloro che non hanno tutti i miei scrupoli in fatto di coerenza e non sopportano lo sfacelo a cui ha portato la falsa sinistra dico: turatevi il naso e votatelo. Eccolo. Fa schifo. Veramente schifo. Ma è forse minore lo schifo della falsa sinistra, da cui, per altro, non si può sperare di meglio in fatto di protezione dei diritti degli animali? E' sperabile che questo individuo sappia almeno opporsi, in quanto antislamico, alla maggiore crudeltà che viene inflitta agli animali nei mattatoi a causa della macellazione islamica halal, che ha ripreso la macellazione ebraica kosher, secondo cui l'animale diventa impuro se privato prima della coscienza. Dopo tanti ha affermato per la prima volta che il Corano è contrario al nostro ordinamento giuridico. Ha scoperto l'acqua calda. Io lo sto scrivendo da sempre. Purtroppo nessun partito ha nel suo programma la difesa della vita degli animali. Berlusconi si è nominato presidente onorario del Movimento animalista di Michela Vittoria Brambilla. Ma questa donna, pur di conservare una poltrona in un parlamento illegittimo, sapendo che una lista sua come quinta gamba del centro destra avrebbe rischiato di non entrare in parlamento, ha preferito inserirsi nella quarta gamba del centro destra Noi con l'Italia. Ma di chi la colpa? Di tutti i vegetariano/vegani che, pur essendo, si dice, almeno sei milioni, non per questo è certo che voterebbero per un partito monotematico quale sarebbe il Movimento animalista. E' triste constatarlo. L'unica speranza è che questo individuo sia veramente fermo su tutte le cose che non riguardano gli animali. Cioè sull'economia, avendo come economisti della Lega Claudio Borghi e Alberto Bagnai con cui concordo pienamente essendo tutti e due contro la moneta straniera che è l'euro. Poi, assolto il suo compito, merita di essere sostituito a calci in culo. Nel mese di novembre a Cagliari gli ho consegnato a mano un foglio in cui,  stampando ciò che avevo scritto in un articolo del mio blog, gli avevo detto che era uno stupido, avrei dovuto scrivere coglione, per non aver tenuto conto che vi sono circa sei milioni di vegetariano/vegani e che la maggior parte degli italiani è contraria alla caccia, mentre questo coglione si mette a racattare i voti, non tutti, di 700.000 luridi cacciatori.      

Propaganda metà vera e metà falsa











Matteo Salvini agguerrito contro gli animalisti, difende la caccia e il diritto di macellare gli animali. Salvini sembra averne abbastanza delle ideologie animaliste. Ci tiene a sottolineare come la caccia sia un bellissimo “sport” praticato dai suoi nonni e dai suoi bisnonni. Paragona la caccia ad un valore tramandato da generazione a generazione. Tempo fa ci ha fatto sapere che secondo lui le cotolette vegetali sono immangiabili, invitando i veri maschi Italiani a mangiare carne, soprattutto la selvaggina. Per quanto riguarda l’uccisione degli orsi in Trentino si dichiara assolutamente contrario al boicottaggio del Trentino. Anzi, invita gli Italiani a fare proprio le vacanze in Trentino. Ci tiene ad informare il suo popolo su quanto sia buona la carne di orso, carne che lui mangia regolarmente. E’ fiero di mangiare da sempre carne di uccelli (con la tipica polenta e osei), di quaglie, di colombacci, di cinghiali, di montone, di coniglio, di lepre, di agnello, di cervo, ecc… 

Continua a leggere...»        

11 commenti:

K ha detto...

L'Homo perse il contatto con la Natura — la Madre Terra — quando da erbivoro divenne carnivoro.
Un cambiamento innaturale poiché l'essere umano è biologicamente erbivoro. L'Homo Sapiens è maligno, stupido e arrogante; è l'unico presuntuoso.

"L'esistenza umana deve essere un qualche tipo di errore." (ARTHUR SCHOPENHAUER)

E l'orrida creatura, che m'appare ripreso in scatto fotografico, ha osato arrostire pezzi di cadavere!
Si presume che l'essere inferiore noto come M. Salvini abbia relegato la macellazione a persone terze affinché egli potesse dormire con la sicurezza di non fare incubi. INFAME e VIGLIACCO!

"Dallo storto legno dell'umanità, nulla di dritto potrà mai essere creato." (IMMANUEL KANT)

"Alberi massacrati. Sorgono case. Facce, facce dappertutto. L'uomo si estende. L'uomo è il cancro della terra."
(EMIL CIORAN)

Aveva ragione il famoso politologo Giovanni Sartori nell'identificare in Papa Bergoglio uno tra i maggiori responsabili della sovrappopolazione umana in Africa subsahariana. Intere specie animali rischiano l'estinzione: elefanti, giraffe, rinoceronti...

L'Occidente decade a causa della letale confusione tra il DIRITTO e la MORALE. Io non sarò mai vittima di questo tragico relativismo popperiano.
Preferisco darmi una martellata sui testicoli piuttosto che stare ad ascoltare gli sproloqui televisivi del pseudofilosofo Massimo Cacciari.

E sempre più s'avvicina la Pasqua, festa di sangue e d'orrore. Mi par già di udire il lamento stridente e assai sofferente degli agnelli, mere vittime della barbarie cristiano-capitalistica.

NON DOBBIAMO IN ALCUN MODO DOLERCI DELLA MORTE DI EBREI, CRISTIANI E MUSULMANI. ESSI FESTEGGIANO SGUAZZANDO NEL SANGUE DEGLI ANIMALI INNOCENTI.

Io, la mia misantropia e questa umanità difettosa e priva di empatia. Umanità cancerogena.

K ha detto...

Sos gelo e neve per gli animali, ecco vademecum dell'Enpa:

http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/animali/2018/02/22/sos-gelo-e-neve-per-gli-animali-ecco-vademecum-dellenpa-_5a800762-877a-4c28-b61d-7d9c56bd73a2.html

gattadanzante ha detto...

Il signor K la pensa come me: l'uomo è il cancro della Terra.
Vado ancora più addentro ai fatti.
E mi chiedo come mai ad esporre questi pensieri siamo una minoranza, e di norma ci sentiamo dire che siamo esagerati, fuori dal mondo, pessimisti, patologici.
Io a coloro che ci rispondono così, farei osservare che :
il nostro non è pessimismo ma la conclusione oggettiva che se ne trae dal reale;
che non siamo fuori dal mondo, ma disgraziatamente, ci siamo dentro e che quanto diciamo è frutto della presa di contatto con la realtà che ci circonda....come si può affermare che la vita è bella?
Che non siamo patologici ma realisti, logici e che vediamo quello che ci sta attorno per quello che è: viviamo in una continua competizione, uomo contro uomo, animali contro animali, anche se le ragioni sono diverse (l'animale lotta per sopravvivere, noi spesso per questioni molto più losche, per lucro, per denaro, per brama di potere, etc...).
Coloro che ci tacciano di essere patologici hanno gli occhi foderati di bitume, sono degli IPOCRITI COGLIONI che o non sanno o non vogliono veder più lontano dal loro naso.
Io non odio l'umanità, peggio: la disprezzo, perché l'odio è perfino un sentimento "nobile" , antitetico all'amore.
L'umanità merita solo disgusto.

Cecilia

P.S.
Arriverà a giorni il Burian che porterà gelo e sofferenza a tanti animali.
Sono preoccupata.
Ecco l'ennesima prova che Dio non esiste, se ci fosse sarebbe un sadico, perverso, maniaco del male.

Mario Ciattoni ha detto...

Mi lascia perplesso l’affermazione di Cecilia che suona così: "disprezzo l’umanità". Possiamo, sì, disprezzare gli individui, possiamo disprezzare alcune persone, d’accordo. Ma l’umanità? Mah, conosciamo l’umanità? Facciamo fatica a interpretare il comportamento di una persona, figuriamoci quando si tratta dell’umanità. Ora, ci ritroviamo tutti gettati in un mondo senza che nessuno ci abbia chiesto prima il permesso; i nostri genitori hanno fatto le cose che hanno fatto, ed eccoci qui scaraventati in un mondo ostile, pieno di insidie, pieno di tranelli: è tutta una via crucis costellata di dolori, e grosso modo sappiamo anche come andrà a finire. Ebbene: dato questo quadro non proprio idilliaco, se cominciamo pure a disprezzarci a tutto spiano, risolviamo qualche problema?

K ha detto...

«Nel nostro Paese - la denuncia del Sivelp, sindacato italiano veterinari - i cani randagi potrebbero essere raddoppiati nell’ultimo quinquennio», rasentando quota 700 mila con stime d’un milione fra i più pessimisti. Meno drammatica la proiezione di Ilaria Innocenti (Lega Antivivisezione): «Settecentomila è una cifra attendibile ed esiste un divario nettissimo fra Nord e Sud. Le presenze nei canili, attualmente siamo a 79 mila, sono scese del 25% su scala nazionale rispetto a dieci anni fa, ma crescono nel Mezzogiorno, Puglia, Campania e Sicilia in primis.
[...] È impressionante la differenza tra Centro-Nord e Sud sulle «restituzioni» dai canili al padrone: 50% nel primo frangente, 3,5% nel secondo.

Fonte: www.lastampa.it

Ma non è tutto poiché gli abitanti di Sciacca hanno deciso di parlare. Così titola sempre 'La Stampa':
Lo sconforto (sic) degli abitanti di Sciacca: “I cani randagi ci attaccano ogni giorno”

Ovverosia: attaccati dai cani abbandonati per strada dai loro compaesani o da loro stessi.
Denuncino i loro compaesani, non i cani.
Ammesso e non concesso che ci siano state tali aggressioni, ciò non giustifica in alcun modo la STRAGE avvenuta pochi giorni fa. Anzi, io ritengo che i cani randagi abbiano il DIRITTO NATURALE di attaccare i loro ex 'padroni' (detesto quest'ultima definizione perché induce a pensare che l'animale sia un oggetto. Preferisco il termine 'tutore').

E intanto, per gli iper-ingenui che s'abbevono qualsiasi balla che esca dal Palazzo, sappiate che né la Lega, né altri partiti del centro-dx, né il M5S, né i partiti di sx e centro-sx, hanno in programma il divieto di caccia, di macellazione (sia essa 'standard' sia essa rituale halal/kosher), di allevamento a fini carnivori, di vivisezione ecc.
I Verdi? Stendo un velo pietoso.
E se S. Berlusconi è animalista, allora Gengis Khan e Osama Bin Laden erano pacifisti.

SOLO e SOLTANTO una DITTATURA ANIMALISTA ed ECOLOGISTA che utilizzi METODI STALINISTI potrà fare il BENE di ANIMALI ed AMBIENTE NATURALE.

K.

Post Scriptum: gattadanzante, ti consiglio di leggere il saggio 'Il cancro del pianeta' scritto da Bruno Sebastiani, edito da Armando Editore.
Sebastiani enuncia in modo chiaro e diretto la dottrina uomo = cancro del pianeta. L'evoluzione umana è una involuzione mascherata. Consiglio anche una rapida ricerca su Google a proposito delle meravigliose Georgia Guidestones, in cui sono enunciati dieci comandanti da rispettare in una futura Era di Luce.

K ha detto...

Mucca fugge dal macello, rompe un braccio a un uomo e nuota libera verso un’isola deserta

K ha detto...

Per strada in branco e nessuna struttura per accoglierli. Ora c’è chi li uccide pur di levarseli di torno

L’umanità è il cancro della Terra? Intervista a Bruno Sebastiani, autore del libro “Il cancro del Pianeta”

gattadanzante ha detto...

@ Marco.
Cosa la lascia perplesso?
Mi esprimerò meglio: l'umanità in genere, la disprezzo, ma apprezzo il singolo individuo.
Quello intendevo.
L'umano in linea generale è una fetecchia": avido, bugiardo, invidioso, assetato di potere, perverso, ostile, violento, infingardo, vile, e altre "prelibatezze".
E così com'è, è disprezzabile.Nemmeno io sono esente da cattivi sentimenti, sono, appunto anche io per mia disgrazia facente parte dell'umanità, quindi non mi esimo.
Ma poi, guardi che quello che lei ha scritto, sul fatto che siamo nati per fare una via crucis, collima perfettamente col mio pensiero.

@ K
Lo si trova in libreria?
Cercherò comunque di leggerlo anche se fosse on line.

Cecilia

Pietro Melis ha detto...

@ Marco? NO. @Mario

gattadanzante ha detto...

Ha ragione, Mario, ma si capiva lo stesso!

Cecilia

Mario Ciattoni ha detto...

OK Cecilia, adesso siamo d’accordo. Ringrazio il Prof. Melis perché ha pubblicato il mio commento.
E sia detto tra parentesi, il Blog del professore è molto interessante: egli non ricorre a inutili giri di parole, Melis si esprime sempre in modo chiaro e tondo.