mercoledì 20 giugno 2018

GIORNATA MONDIALE DEGLI INVASI

Altro che giornata mondiale del rifugiato. Notare il termine "rifugiato" che ha un significato neutro. Chi si rifugia clandestinamente in casa degli altri è forse un rifugiato? NO. E allora perché dovrebbe essere un rifugiato chi si rifugia clandestinamente in altro Stato superando ILLEGALMENTE i confini? Giorgia Meloni ha detto che bisogna mettere un blocco di fronte alle coste della Libia chiedendo la cooperazione dell'UE. Illusa. Non ci sarà mai questa cooperazione perché l'UE è soltanto una costruzione artificiosa dove ogni Stato si fa gli affari suoi. Ed è giusto che sia così in nome del sovranismo. Bisogna prendere esempio dall'Ungheria di Orban, che ha posto nella Costituzione il reato di immigrazione clandestina. Eppure la soluzione è assai semplice per l'Italia. Una volta proibito l'ingresso delle criminali ONG basta disinteressarsi dei gommoni o barconi che si  muovono dalle coste della Libia. Ignorarli. Sapendo che nessuna nave italiana andrebbe loro in soccorso una delle due: o interverrebbe qualche ONG, che tuttavia non entrerebbe in porti italiani e dovrebbe scaricare la merce in altri Stati del Mediterraneo (Spagna e Francia, che alla fine si ribellerebbero) oppure gli invasori smetterebbero di continuare a mettersi su barconi e gommoni. Infatti saprebbero che non potrebbero mai raggiungere le coste italiane con gommoni o barconi. E se ci tentassero saprebbero di avere accoglienza sotto il mare, magari come pasto dei pescecani, ammesso che i pescecani siano di bocca buona. Sarebbe comunque carne meno indigesta di quella dei votanti PD e dei loro affini della falsa sinistra. La carne migliore sarebbe quella dell'attuale Anticristo che siede in Vaticano.        

Papa Francesco sui migranti:
'Senza di loro Europa si svuota'

Poi l'attacco ai populisti: "Creano psicosi"

La Spagna li rimanderà tutti indietro

Cominciano a trapelare dalla Spagna le nazionalità della merce richiesta dall’alta finanza: 26 nazionalità appartenenti ai 629 ripescati dall’Aquarius.

Continua a leggere...»

martedì 19 giugno 2018

NON SI DICE NERI. SI DICE NEGRI. NON SI DICE ROM. SI DICE ZINGARI

Si dice negro. Altrimenti si proibisca la canzone di Edoardo Vianello. Si dice zingaro! Altrimenti si proibisca la canzone di Iva zanicchi.
La distinzione tra negro (nigger) e nero (black) fu introdotta dagli afroamericani discendenti dai negri deportati dall'Africa come schiavi nelle Americhe con le navi "negriere" dalla scellerataggine europea, soprattutto inglese, portoghese e spagnola . Gli afroamericani (black) volevano distinguersi dai successivi immigrati dall'Africa (nigger).   

Edoardo Vianello - I Watussi - YouTube



Video relativi a Edoardo Vianello - I watussi - YouTube 
▶ 2:56

https://www.youtube.com/watch?v=DjI_KXEjEz8
8 mar 2018 - Caricato da La Repubblica
Webnotte, un tuffo negli anni 60 con i Watussi di Vianello. Era il 1963 quando Vianello incise questo ...

 

Iva Zanicchi Zingara (1969) Video & Audio Restaurati - YouTube

 

https://www.youtube.com/watch?v=3Itr1bUCBng




15 feb 2011 -


lunedì 18 giugno 2018

LA STRONZATA DEL DIRE ESSERE UMANI E ALTRI NON SENSI LINGUISTICI

Che significa essere umani? Si sente e si legge continuamente che bisogna essere umani. Uno dei tanti non sensi linguistici. Umano significa appartenere BIOLOGICAMENTE alla specie umana. Non significa altro. Si tratta di un senso linguistico derivante da una concezione antropocentrica che fa valere l'essenza prima dell'esistenza. I filosofi esistenzialisti, pur non avvertendo le conseguenze dell'avere distinto l'essenza (la specie) dall'esistenza (singola) per avere premesso l'esistenza all'essenza, conclusero che ciascun uomo deve essere considerato in base all'esistenza, essendo l'essenza un concetto astratto. Non esiste l'umanità come essenza, ma esistono gli uomini. Posta questa premessa, si deduce da essa una conseguenza che sfuggì agli esistenzialisti: ogni uomo non può essere giudicato in base alla sua appartenenza ad una essenza (la specie), ma in base alla sua particolare esistenza. Altrimenti un criminale dovrebbe essere giudicato in base al privilegio di appartenere anch'egli ad una essenza, facendo prevalere l'essenza sulla sua esistenza, e pertanto anch'egli dovrebbe essere considerato "umano". In realtà molta umanità sta sotto il livello di quella astratta umanità che è soltanto un ideale sconfessato da tutta la storia umana, che è una storia fatta di guerre e di crudeltà, mentre in natura non esiste la crudeltà al di fuori  della specie umana, perché anche i predatori non uccidono per crudeltà ma per motivi di sopravvivenza. 
Un secondo grave non senso linguistico si esprime nel dire, per esempio, che un tale è stato trattato come un animale, o, peggio, è stato ucciso come un cane, come se fosse normale uccidere un cane. In realtà molta umanità sta sotto il livello dell'animalità, risultando subanimale a causa della sua crudeltà. Un giorno il filosofo Ludwig Wittgenstein fece visita in ospedale ad una amica e le domandò: come ti senti? Gli fu risposto: mi sento come un cane bastonato. Wittgenstein, neopositivista logico, si infuriò di fronte a questo non senso linguistico e inveì contro l'amica urlandole: ma che cosa sai tu di quanto soffra un cane bastonato? Sei forse un cane per saperlo? Dopo di che girò i tacchi infuriato e se ne andò. Avrebbe dovuto aggiungere che era fuori luogo riferirsi ad un cane, come se fosse normale bastonare un cane. Purtroppo tante espressioni comuni sono soltanto non sensi linguistici, stronzate, come direbbe il filosofo americano Harry G. Frankfurt autore del libro intitolato, appunto, Stronzate (Rizzoli, 2005), dove riporta l'episodio di Wittgenstein. La gente comune apre bocca per farne uscire stronzate. Io preferisco gli animali non umani a molta umanità che vive di stronzate. Infatti gli animali non umani non dicono mai stronzate.            
Anche questo è un essere umano o è un depravato sotto il livello dell'animalità? 

Se gli animali diventano parole ostili

di Costanza Rizzacasa d’Orsogna
Un uomo violento è una «bestia», uno volgare un «maiale», una donna di facili costumi una «vacca». Perché quando vogliamo insultare qualcuno ricorriamo, erroneamente, a termini del mondo animale?

Vendesi neonati a gay viziati 

domenica 17 giugno 2018

L'ORIGINE INNATURALE DEL MANGIARE CADAVERI

Caro Paolo
ho trovato questi articoli che invio a quell'imbecille parolaio carnivoro di Salvini che sta vendendo fumo sui respingimenti perché usa navi italiane per continuare a portare africani in Italia, mentre dovrebbe imporre un blocco navale di fronte alle coste della Libia, come richiede Giorgia Meloni. E' UN MALEDETTO BUFFONE SBRUFFONE che usa le navi della guardia costiera non per far rispettare loro il compito si controllare le coste ma per mandarle in acque internazionali per raccogliere gli invasori e portarli in Italia. E così ha sostituito le ONG con navi italiane. Dando ad intendere di avere così impedito l'invasione dall'Africa.
Purtroppo dovrò continuare a non votare perché Salvini ha impedito che nel centro destra fosse inclusa la lista del Movimento Animalista della Brambilla di cui Berlusconi si era autominato presidente. Che razza di coerenza da parte di Berlusconi, che non ha voluto imporre il Movimento animalista nel centro destra. Con questa lista il centro destra avrebbe oggi la maggioranza assoluta in parlamento senza dover fare alleanza con 5 Stelle, che ora preferisco a Salvini, che ha preferito l'alleanza con la genia de cacciatori come lui, con la Coldiretti, con i mangiatori di cadaveri come lui, che da quasi obeso (si misuri la circonferenza all'altezza dell'ombelico, che non deve superare i 100 cm) tra non molto avrà, se non le ha già, malattie da colesterolo, da diabete, da cardiopatie, da pressione alta e via dicendo sino al cancro al colon). Ora è ancora troppo giovane per non risentire delle conseguenze del suo essere un carnivoro. Ma alla nostra età avanzata non arriverà. Non ha capito questo stronzo che (come già diceva Rousseau analizzando la struttura dell'organismo umano in due note del Discorso sull'origine e i fondamenti della diseguaglianza tra gli uomini, che l'uomo è un animale erbivoro. Come ha ripetuto sino all'ultimo Veronesi. E l'esempio di Margherita Hack vegetariana da neonata? Ora è ancora troppo giovane per non considerare le conseguenze del suo mangiare bistecche. Ma ne uccide più il palato che la spada. Leggi l'articolo illuminante del prof. Claus Leitzmann, che nota come in natura solo i maiali e i topi siano per natura onnivori. Dunque la gente che mangia cadaveri è al livello dei maiali e dei topi, che però non ragionano. Così conclude Leitzmann: "E non ci sono dubbi sul fatto che coloro che si nutrono di piante vivono più a lungo."
Sono di una destra irriducibile e nazionalista, contro UE e contro euro, e di un animalismo vegetariano irriducibile contro tutta l'ignoranza che viene propagandata dai disonesti che hanno come unico scopo il profitto con allevamenti di morte e non la salute. Contro l'impostura di coloro che mangiano carne ma non avrebbero il coraggio, una volta nella vita, di ricavarsi da sé la bistecca in un mattatoio uccidendo, spellando, dissanguando e squartando il cadavere di cui si cibano. Scrisse Tolstoj che, se i mattatoi fossero in edifici di vetro posti al centro della città, quasi tutta la gente diventerebbe vegetariana. Gli allevatori di morte approfittano dell'impostura, ma gli impostori mi fanno schifo. Se vuoi scrivigli anche tu dall'Inghilterra dove abiti da decenni. Che il mangiare cadaveri sia innaturale è dimostrato dal fatto che gli animali carnivori mangiano la carne cruda delle prede, mentre l'homo abilis (che non era cacciatore ed era preda dei predatori) si nutriva dei resti di carne lasciati dai predatori, e solo l'homo erectus, che divenne da preda predatore, cominciò a cacciare e a cuocere la carne con la scoperta del fuoco. L'homo divenne onnivoro solo per motivi di sopravvivenza in un ambiente ostile. La cottura della carne fu così un fatto culturale e non naturale. Il papaccio (v.fotografia in basso) dimostra di essere, oltre che un impostore, anche al livello di un animale predatore che mangia carne cruda.     
Video




Veggie Channel
Veggie Channel - 15 giu 2017


-------- Messaggio Inoltrato --------

Oggetto: LA RISCOSSA DELLA CARNE SANGUINOLENTA
Data: Sun, 17 Jun 2018 10:13:15 +0100
Mittente: Paolo Ricci



-->
LA RISCOSSA DELLA CARNE SANGUINOLENTA
IL POPOLO SI RIBELLA
 SALVINI MENA LA DANZA
CONDUCE I DIVORATORI DI TRIPPA ALLA GUERRA 
MA FORSE I SUOI ALLEATI HANNO ALTRE IDEE ...
FORSE ... FORSE...

Francesco Merlo | www.francescomerlo.it

La Lega e i 5stelle ai ferri (corti) – BISTECCA DAY A TORINO: L' ORGOGLIO CARNIVORO DI SALVINI NELLA CITTA' DELLA SINDACA VEGAN FRIENDLEY.
E LA DESTRA SEMPRE DALLA PARTE DI CACCIATORI E VIVISETTORI CI INFORMA:
CALANO VEGETARIANI E VEGANI PERCHE’ SONO SOLO UNA MODA





MA AVETE CAPITO MALE MAI NESSUNO CI FERMERA’ !!!