giovedì 24 luglio 2014

PADRE NOSTRO CHE SEI NEI CIELI...RESTACI (2)

Preferisco rispondere qui ad alcuni commenti del precedente articolo. Innanzi tutto debbo osservare che la frase "Padre nostro che sei nei cieli, restaci" è di Jacques Prévert, con cui non sono d'accordo. Infatti egli accetta le "meraviglie" del mondo anche con tutte le sue brutture e con tutti i suoi mali.
Nella vecchia Bibbia di mio padre edita dalla Società Biblica Britannica (1931) trovo scritto in Matteo (6,13): "e non ci esporre alla tentazione". La stessa frase si trova in Luca(11,4) nella traduzione della citata Bibbia Britannica. E così pure nella Bibbia della Chiesa Valdese. Ma tra "non indurci in tentazione" e "non ci esporre in tentazione" non trovo una differenza sostanziale. Nella introduzione, versione e note di Angelo Lancellotti al vangelo secondo Matteo (Edizione San Paolo, 1997, I ed. 1986) leggo: "Il linguaggio è tipicamente biblico; 'indurre' traduce il termine usuale ebraico bo (con accento circonflesso sulla o), 'entrare', in forma causativa. Ciò non allude a un'azione diretta di Dio nella tentazione; Dio - sostiene con fermezza S. Giacomo (Lettera di Giacomo, 1,13)  - non tenta al male nessuno e riprende l'insegnamento del libro biblico Siracide (15,11-14). Il senso di questo appello al divino intervento è di far sì che noi non entriamo, cioè non cadiamo, nell'ora della prova (Matteo, 26, 41: "vegliate e pregate affinché non entriate in tentazione"). Ma mi sembra che il commento di Lancellotti (che traduce con "e non ci indurre in tentazione") sia contraddittorio perché la forma causativa ebraica comporta la responsabilità divina nell'indurre  alla prova (come nel caso di Giobbe, dove il diavolo agisce con il permesso di Jahweh).  Sta di fatto che ogni interpretazione che vada oltre (o contro) la chiara espressione letterale è del tutto arbitraria. Inoltre Lancellotti identifica il male con Satana. Dunque sarebbe Satana la fonte del male. Ma allora perché Dio permette che Satana abbia il sopravvento su Dio? Se Satana è capace di prevalere su Dio allora una delle due: o Dio non è onnipotente (e dunque non esiste) oppure è d'accordo con Satana. Pertanto sarebbe un Dio sadico, altro che amore. Da qui non si scappa. Origene, per ovviare a queste difficoltà insuperabili nella sua teoria dell'apokatastasi, afferma che prima della fine del mondo anche tutte le potenze diaboliche sarebbero state annullate e i demoni (che in origine erano angeli ribellatisi a Dio) sarebbero stati trasformati in angeli. Con la fine dell'inferno, che esclude l'esistenza di pene eterne. Ma questa è fantasia che galoppa. Da notare che Origene, ritenuto il massimo esponente della patristica greca, è stato sempre considerato un eretico sin dal Concilio di Costantinopoli del 553.  Ma prima di tale data molti apologeti cristiani (tra cui il padre della Chiesa S. Girolamo e i padri della Cappadocia S. Basilio, San Gregorio di Nissa e San Gregorio di Nazianzo) seguirono la dottrina di Origene. Ma rimasero santi anche per la Chiesa cattolica, e non eretici.  
           καὶ μὴ εἰσενέγκῃς ἡμᾶς εἰς πειρασμόν,
ἀλλὰ ῥῦσαι ἡμᾶς ἀπὸ τοῦ πονηροῦ.
et ne nos indúcas in tentatiónem;
sed líbera nos a malo.
e non ci indurre in tentazione,
ma liberaci dal male.

martedì 22 luglio 2014

PADRE NOSTRO CHE SEI CIELI...RESTACI

Mi sono sempre domandato a che serva la preghiera a Dio. Anche recentemente il papa, in occasione della guerra in Palestina, ha cercato una soluzione dicendo: pregate. Ma che cavolata è questa? Dio ha bisogno di essere pregato per indurre le parti in conflittto a rinunciare a farsi guerra? Come se non sapesse quello che deve fare. Un Dio così antropomorfico da essere ridicolo. E poi quale sarebbe il Dio da pregare? E' sottinteso che sia il Dio cristiano. Dunque non esiste altro Dio fuori di quello cristiano. Peccato che gli islamici dicano che il vero Dio è Allah e Maometto, non Gesù, è il suo ultimo profeta. E Allah vuole la guerra contro gli infedeli, non la pace. Trascurando che anche il papato (ma in trasgressione dei Vangeli) volle le guerre nei secoli scorsi. L'unica soluzione tra religioni opposte consisterebbe nel dire ai credenti, riformando la preghiera del Padre nostro (inventata da Gesù): Dio, resta nei cieli. Infatti, se i credenti non lo facessero scendere sulla Terra non ci sarebbero ancora le guerre di religione. Notare la fondamentale contraddizione della preghera "Padre nostro". Essa dice: "Rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori, E NON CI INDURRE IN TENTAZIONE MA LIBERACI DAL MALE". A parte il fatto che se tutti, per guadagnarsi dei meriti di fronte a Dio,  rimettessero i loro crediti ai loro debitori nessuno farebbe più crediti agli altri (sia i privati singolarmente che le banche), la frase più assurda è "non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male". Questa frase, sin da quando studiavo ai salesiani (quattro anni da interno e altri 4 da esterno) non l'ho mai capita. E nessun insegnante di religione ha saputo spiegarmela. Come può Dio indurre in tentanzione di peccato ed essere autore del male? Era forse Gesù rimasto alla concezione del dio ebraico Jahweh che fece una scommessa con il diavolo dicendogli che non sarebbe riuscito a provocare la ribellione di Giobbe a Jahweh dopo tutte le disgrazie inflitte dal diavolo a Giobbe con l'approvazione di Jahweh? Giobbe viene ricoperto di piaghe, di pustole in tutto il corpo, perde tutti i suoi averi e anche i 10 figli, tutti morti. Ma Giobbe si rassegna dicendo che evidentemene l'uomo non può comprendere i segreti disegni di Jahweh. Dunque il diavolo perde la scommessa con Jahweh, che per premiare Giobbe lo guarisce da tutte le piaghe e gli fa ottenere il doppio di tutti gli averi. Ma il raccontatore biblico non si scandalizza di fronte al fatto che i 10 figli morti rimangono morti. Questi non vengono restituiti in vita a Giobbe. Evidentemente per il dio ebraico Jahweh i figli valevano meno degli averi (che in sostanza si identificavano con il numero di pecore). Evidentemente le pecore (con il reddito conseguente) valevano più dei figli. Questo nessun commentatore l'ha mai detto. Ma vari esegeti dell'Antico Testamento hanno notato come in esso manchi totalmente l'appplicazione del principio di non contraddizione, perno di tutta la logica del pensiero occidentale (almeno da Aristotele in poi). 
Tornando dunque alla preghiera "Padre nostro" è veramente assurdo che Gesù abbia aggiunto "e non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male". Infatti il suo Padre sarebbe stato peggiore di Jaweh, che si limitò a far fare al diavolo il male per indurre Giobbe a ribellarsi a Jahweh. Ma un Dio che induce lui direttamente alla tentazione del peccato sino a poter essere autore del male è un Dio fuori di testa. Quale sarebbe il suo scopo? Quello di mettere l'uomo alla prova? Di che cosa? E poi a quali tentazioni si riferiva? Non si capisce. Siamo alla negazione del rispetto del principio di non contraddizione. Ma un Dio che si contraddice non può esistere. Eppure vi sono miliardi di uomini che per tradizione, senza usare la riflessione, accettano la preghiera rivolgendosi ad un Dio fuori di testa. Assai peggiore è Allah in quanto a mancanza di rispetto della logica. Radicalizzando il dio fuori di testa Jahweh Maometto disse che Allah è talmente onnipotente che avrebbe potuto scegliersi come profeta una pietra. Non è uno scherzo. Si trova nella Sura XXXIX. Come sarebbe stato meglio se Allah invece di Maometto si fosse scelto una pietra parlante. Allora sarebbe stato un vero miracolo. Ma questa pietra sarebbe dovuta giungere parlante sino ad oggi. Io penso tuttavia questa pietra parlante abbia parlato veramente tramite Maometto: infatti un individuo simile poteva avere solo una pietra al posto del cervello.
Dio sarebbe meglio lasciarlo nei cieli (forse lì non vale il principio di non contraddizione) perché se lo fanno scendere sulla Terra incominciano i guai. E guai seri con le guerre.            

LETTERA A FIAMMA NIRENSTEIN (INFO@FIAMMANIRENSTEIN.COM)

Non dica fesserie dicendo che quando vede dei bambini palestinesi morti prova lo stesso dolore riguardo ai bambini israeliani morti. Prima di tutto non ho mai sentito notizie circa bambini israeliani uccisi. Ma ammettiamo che vi siano. Io, invece, non provo alcuna commozione quando sento notizie di bambini palestinesi uccisi. Prima di tutto questi pazzi li usano come scudi umani. Io li vedo già adulti, crescere ammalati nel cervello a causa della maggiore disgrazia al mondo che è stato il Corano. Chi nasce in una famiglia islamica non potrà mai convertirsi ad altra religione e tanto meno essere ateo. Lo proibisce il Corano. I bambini palestinesi assorbono il Corano con il latte materno. Oggi la Terra starebbe in pace se quell'analfabeta pazzo o impostore che dettava ad uno scriba le sue pazzie o imposture racchiuse nel Corano non fosse mai esistito. Io, condannato INGIUSTAMENTE E DISONESTAMENTE ad una multa (sotto condono) per antisemitismo solo perché frainteso nel condannare la macellazione kosher (che è anche quella islamica halal), rivendico il diritto storico degli ebrei alla proprietà della terra di Palestina, di cui sono stati espropriati con la violenza sin dall'occupazione romana. Gli arabi sono solo degli invasori. Come sono stati i turchi. Gli arabi dovrebbero essere ricacciati tutti almeno oltre il fiume Giordano. Non esistono islamici moderati (come ben dice Magdi  Allam). Esistono falsi islamici o veri islamici.
Hamas è il collegamento con i pazzi che vorrebbero il califfato che parta dal Medioriente sino alla Spagna. Pazzi. E' necessario un intervento internazionale per appoggiare il laico Assad e rinforzare il governo fantasma di Bagdad per far fuori i fanatici che hanno occupato Mossul costringendo i già pochi cristiani rimasti a fuggire in Siria. E l'Occidente scellerato (con Obama e la Francia di Hollande) volevano bombardare la Siria, in cui i cristiani sono stati sempre protetti, come venivano protetti sotto Saddam Hussein (che aveva come vice primo ministro il cattolico di rito caldeo Tareq Aziz). Il criminale BUSH avrebbe meritato di essere impiccato lui al posto di Saddam Hussein. La democrazia non può essere esportata nei Paesi arabi. L'Egitto è tornato in pace sotto il regime militare di Al Sisi, che ha fatto fuori i Fratelli Musulmani. L'Algeria, sotto regime militare, è rimasta in pace durante la cosiddetta primavera araba, che io avevo previsto come inverno arabo. L'Europa, con il trombato Sarkozy e con la complicità del duo Napolitano-Berlusconi, ha bombardato vigliaccamente la Libia di Gheddafi, che era diventato ormai un moderato, invece di sostenerlo contro i fanatici islamici che hanno portato la Libia nel caos attuale. Pazzie, pazzie di questa malata Europa che Oriana Fallaci aveva chiamato EURABIA.  Porrò quanto scritto nel mio blog.

domenica 20 luglio 2014

LA CARNE E' OMICIDIO

Da un mio corrispondente italiano residente da molti anni in Svizzera (di cui non faccio il cognome perché non gli ho chiesto di poterlo fare)  
Caro prof. Melis,
una notizia che dovrebbe farLe piacere: una manifestazione a Berna chiede la chiusura di tutti i macelli al motto di “Fleisch ist Mord” !  Hanno manifestato circa 500 persone (possono sembrare poche, ma sono pure un bel gruppetto destinato ad ingrossarsi). Qualcosa si muove (la Chiesa si accoderà buon’ultima).

Cordialità
Sergio P.
Cliccare su Traduci questa pagina per avere la traduzione in italiano.

watson - 500 Personen fordern in Bern «Schliessung aller ...

www.watson.ch/!730292912Traduci questa pagina
12/lug/2014 - Aufgerufen zur Demonstration hatte der Verein «tier-im-fokus.ch». ... die Teilnehmer Parolen wie «Tiere haben Rechte, Fleisch ist Mord» und ...

Diverse centinaia di vegani dimostrano, tra l'altro, per la chiusura di tutti Schlachthaeuser ad una pacifica dimostrazione parata attraverso la città vecchia di Berna sul Sabato 12 luglio 2014 a Berna. (KEYSTONE / Lukas Lehmann)

SI FACCIA RICONOSCERE COME RIFUGIATO CON 40 EURO AL GIORNO

Così ho risposto ad un tale che si lamentava di avere una pensione di 480 euro mensili. Con 40 euro al giorno (questo è il costo ufficiale di mantenimento di questi invasori) avrebbe 1200 euro al mese più altri benefici come le ricariche telefoniche. Il pifferaio Renzi continua a mantenere la pazzia del "mare nostrum" inventato dal suo degno predecessore Enrico Letta. Ai cittadini che non superano i 1200 euro al mese ha fatto la regalia di 80 euro al mese. E gli imbecilli ci sono cascati dandogli il voto alle europee. Quest'anno ne sono già arrivati 80.000. La tragedia è di chi subisce l'invasione, non degli invasori. Quanti altri ne dovranno arrivare perché la situazione diventi catastrofica? Chi si commuove alla morte di questi invasori è solo uno scellerato plagiato dalla propaganda di regime. Basterebbe uno sbarramento di fronte alla Libia per arrestare l'invasione. Ma non abbiamo un governo. E' la solita confusione tra morale e diritto in cui viviamo. Ho citato varie volte la Convenzione di Ginevra, che esclude il diritto d'asilo per rifugiati economici e di guerra. 
Illuminante il seguente articolo

hanno aperto le gabbie - Eugenio Benetazzo

 La tragedia

Lampedusa, nuova strage del mare: barcone con 20 morti a bordo
"Sono morti nella stiva per il gas"

Lampedusa, nuova strage del mare: barcone con 20 morti a bordo
Leggere il primo dei due seguenti articoli per conoscere i costi totali.

sabato 19 luglio 2014

SENTENZA RUBY


Con ciò che segue rispondo ad un amico che mi ha scritto:
Sintesi della Sentenza Ruby che ha assolto Berlusconi
In Italia, anche al Presidente del Consiglio, è consentito di fare il PORCO

Prima di tutto non offendere i maiali. Non sopporto l'uso dispregiativo del termine "porco". I maiali sono animali intelligenti che hanno il cuore più simile a quello dell'uomo. E nascono sfortunati perché si sa qual è il loro destino. Molti uomini sarebbero migliori se fossero dei maiali.
Direi invece che ognuno a casa sua ha il diritto di divertirsi come vuole se non commette reati. Quella Ruby prima di arrivare ad Arcore aveva già preso  più cazzi di quanti ne avessero preso tutte insieme le ragazze che erano state ad Arcore. Infatti era fuggita da casa e per mantenersi faceva la prostituta. Dunque chi stavano a difendere quelle imbecilli del Tribunale (tutte donne)? Una verginella? Berlusconi aveva il diritto di divertirsi a casa sua con tutte le mignotte e non mignotte che voleva. Beato lui che lo poteva fare con il fascino dei quattrini. Una bella donna è la migliore distrazione dal pensiero della morte. Si vive solo una volta. E tutto quel che è lasciato per arrendersi al moralismo degli invidiosi è perso. Grandi uomini della storia (e  Berlusconi non lo è) sono stati grandi puttanieri. Da Cesare (che si portò a Roma Cleopatra senza scandalizzare i Romani), a Napoleone, al Cavour, al cosiddetto padre della patria Vittorio emanuele II, a Mussolini, ai fratelli Kennedy (che tra le tante altre si scoparono entrambi Marilyn Monroe), a Mitterand e, fuori della politica, si possono ricordare D'Annunzio, Picasso, Charlie Chaplin, e via dicendo. Non vanno giudicati per il fatto che piacessero loro le donne. Einstein non ebbe mai paura di confessare la sua infedeltà coniugale. Si scopava anche delle studentesse. E faceva bene se ciò non comportava la vendita di un esame. Penso che le studentesse non lo facessero per l'esame ma perché affascinate dalla fama di Einstein, il quale sarebbe stato un cretino se avesse rinunciato alle grazie delle studentesse solo per obbedire a un falso moralismo. La morale deve essere fatta valere in contesti diversi, risolvendosi essa in fatti di costume, che variano a seconda dei costumi sociali. Importante non è la morale ma la giustizia, che si esprime nella norma tratta dal diritto romano Neminem laedere (non danneggiare alcuno). Quando si rispetti questa norma come norma di vita, la morale può andare a farsi fottere. Mi ricordo di una battuta di Roberto Benigni (nonostante non riscuota da me alcuna simpatia sul piano politico e nemmeno come lettore e commentatore dilettatensco di Dante): "A me mi hanno rovinato le donne: troppo poche". 

Ho ascoltato una trasmissione intervista al neuropsichiatra Luigi De Maio (autore del recente libro Tradire) che dice che il tradimento è un fatto naturale per l'uomo perché dettato da un impulso naturale, che viene poi contrastato dalla morale producendo un rimorso che può portare alla confessione del tradimento in modo da alleggerire nella coscienza "morale" la propria colpa scaricandola con mille scuse sulla donna. Una giornalista presente all'intervista (di cui non ricordo il nome) aggiungeva che era sempre meglio per l'uomo non confessare il tradimento per più di un motivo. Meglio il sospetto (la curiosità) che la verità. E infatti le donne pare che preferiscano non sapere. Ma non accettano la diversità biologica tra il maschio e la femmina. Ha scritto Aristotele (Metafisica, libro I) una apparente banalità, che ha invece un grande significato alla luce di un comportamento naturale: il maschio può fecondare più femmine mentre la femmina può essere fecondata da un solo maschio. Anche la legge romana ha imposto la monogamia contro natura, ma per diverse ragioni. Prima di tutto per non disperdere il patrimonio (da pater) che più spesso derivava dall'uomo. Ma il costume sociale accettava che l'uomo potesse avere le donne che voleva fuori del matrimonio. Non così per la donna. Infatti la moglie di Cesare doveva essere al di sopra di ogni sospetto, mentre per Cesare non valeva la stessa norma. 
E allora perché fare i falsi moralisti per nascondere dietro il moralismo obiettivi politici? Berlusconi deve essere criticato per tutto ciò che avrebbe dovuto fare in politica e non ha fatto e per tutto ciò che di male ha fatto in politica e che continua a fare. Questo imbecille, per esempio, continua a proporre una legge elettorale che è anticostituzionale perché permette alla coalizione che raggiunga il 37% dei voti di avere la maggioranza assoluta in parlamento. Quasi fosse sicuro di raggiungere lui con altri affiliati il 37%. Non ha capito che lui, per bene che gli andasse, risulterebbe secondo al ballottaggio tra le prime due coalizioni. E sarebbe costretto a finire i suoi giorni all'opposizione. Gli ho scritto nel suo sito
che per salvarsi gli conviene il proporzionale puro senza premio di maggioranza. Solo così potrebbe impedire il governo assolutista del pifferaio Renzi, questo venditore di pentole che ha fatto con Berlusconi il patto del Nazzareno (con l'anticostituzionale Italicum, chiamato da Giovanni Sartori "bastardellum"). Infatti con il proporzionale potrebbe sempre condizionare la falsa sinistra del PD (Partito della Disgrazia), salvo che il pifferaio Renzi sia costretto a fare un accordo con Grillo, cosa assai più improbabile non essendoci punti di accordo tra il pifferaio e 5Stelle. Se Berlusconi è tanto imbecille, gli ho scritto, si suicidi pure politicamente con la legge elettorale concordata con il pifferaio, che sta ancora vivendo di promesse. Il pifferaio aveva detto, per esempio, che avrebbe riformato la giustizia civile entro giugno, ma ancora non ha combinato un fico secco. Ha detto che il procedimento civile non dovrà durare più di un anno ma ancora non ha detto come si dovrà fare. Ed è meglio che non passi al Senato la riforma buffonesca del Senato stesso, con senatori non eletti che verrebbero nominati tra i consiglieri regionali e i sindaci, i quali gratuitamente dovrebbero fare a tempo perso anche i senatori andando ogni tanto a Roma senza che ancora si sappia quali dovrebbero essere i loro nuovi compiti. E' un totale caos.   Meglio un (ex) comico come Grillo che un buffone come Renzi, il quale, per di più, non fa ridere ma piangere. E per tutti saranno lacrime amare tra qualche mese. Ma meglio così: tanto peggio tanto meglio (con l'aumento della disoccupazione) perché solo così il popolo bue che crede in questo buffone che fa piangere si accorgerà di che cosa valga il pifferaio, che può incantare solo gli imbecilli o i disonesti.     
    Commento alla Metafisica di Aristotele e testo integrale ...




  1. books.google.it/books?isbn=887094526X
  2. Blog del prof. Pietro Melis: LEGGI PAZZESCHE: CONTRO ...

    pietromelis.blogspot.com/.../leggi-pazzesche-contro-femminicidio-e.html

I PRODOTTI DELLA FINDUS DIVENTANO PRODOTTI CHE DEBBONO ESSERE PREFERITI DAI PEDERASTI

Non vi è limite al ridicolo osceno. Prima la Barilla ha chiesto scusa perché nella sua pubblicità faceva rifermento alla famiglia naturale. Ora la Findus (io non compro prodotti surgelati) per allargare il suo mercato, essendo da tempo in crisi*, che ha fatto? Ha pensato di rivolgersi ai cosiddetti gay. Gay ha la sua radice nel francese provenzale e significava originariamente "che dà gioia" per assumere poi nel '700 il significato di dissoluto. Dunque la Findus oggi si rivolge  a coloro che provano gioia nel prenderla in culo. Se ne deduce che i normali sono costretti psicologicamente a pensare di averla presa in culo comprando i prodotti FINDUS. Da notare che nella pubblicità non si vedono i volti di coloro che la  fanno. Questo significa anche disonestà e vigliaccaggine perché non si è avuto il coraggio di mostrare la faccia. E anche questo conferma l'anormalità, contrabbandata come normalità. Da notare che tutti i giornali hanno preso lo spot come normale, essendo ormai tutti prede del pensiero unico. Poiché ormai le pagliacciate oscene dei gay pride non fanno più notizia i rottinculo festeggiano lo spot della Findus.