giovedì 9 aprile 2020

SOCIALIZZARE LE IMPRESE CHIUSE PERCHE' IN DEFICIT

Socializzare non significa nazionalizzare. Si chiudono o stanno per chiudere le imprese che sono in deficit perché il profitto è inferiore alle spese, compresi gli stipendi dei dipendenti. Per evitare la chiusura molte imprese delocalizzano per mantenere il profitto negli Stati dove minore è il costo della mano d'opera. E allora in che cosa può consistere la soluzione? Abolire il profitto per salvare la mano d'opera e con essa l'impresa. E' la soluzione che fu inventata da Mussolini nella Repubblica Sociale Italiana (R.S.I.). Quando Mussolini (con la caduta del fascismo il 25 luglio 1943) ebbe mani libere per attuare quel progetto economico che non poté realizzare prima per non andare contro quella borghesia che per paura del comunismo lo aiutò per andare al potere nel 1922 si affidò a Nicola Bombacci, che, condivisore degli ideali socialisti del fascismo, collaborò a alla politica economica della Repubblica Sociale Italiana senza tuttavia rinnegare i propri ideali comunisti, ma sforzandosi di farli collimare con la politica sociale fascista. Bombacci era stato con Gramsci cofondatore per Partito Comunista d'Italia. E fu inviato nel 1924 da Gramsci in Russia come rappresentante del partito ai funerali di Lenin. Bombacci fu poi sconfessato dal suo partito perché si era accostato al fascismo. Come mai? Eppure non vi è da meravigliarsi. In quella situazione storica Bombacci vide nel fascismo un terza via tra capitalismo e comunismo in quanto il fascismo era pur sempre una forma di statalismo nel suo concepire le imprese al servizio dello Stato. Così si spiegano anche tutte le opere pubbliche (con infrastrutture, bonica delle paludi pontine, costruzione di tante nuove città con architettura classica ancor oggi degne di ammirazione) e poi la politica sociale con l'INPS, l'Istituto Nazionale Impiegati dello Stato, Istituto Nazionale case popolari, colonie estive gratutite per tutte le scuole, la Banca Nazionale del Lavoro per contrastare con bassi interessi le banche private, la Banca d'Italia, dipendente dal Ministero del Tesoro (poi dai governi del dopo guerra scissa dal Ministero del Tesoro e successivamente, ancor peggio, trasformata in una associazione di banche private, con l'assurdo di una Banca d'Italia che da controllore di tutte le banche venne controllata dalle stesse banche che dovevano essere controllate). Di tutte queste cose bisogna ricordarsi. La fine del fascismo fu la vittoria del capitalismo privato. Tornando alla R.S.I., Mussolini volle attuare la socializzazione delle imprese secondo la concezione di Bombacci che non prevedeva la nazionalizzazione delle imprese ma la partecipazione degli operai agli utili delle imprese in modo che essi stessi divenissero comproprietari delle imprese. Bombacci entrava nelle fabbriche chiamando gli operai compagni e non camerati. Ma gli operai, sobillati dai comunisti al comando di Togliatti, non lo capirono e, andando persino contro i loro stessi interessi, promossero degli scioperi. Pertanto non fu risparmiato dai fanatici comunisti che lo fucilarono a Dongo con altri gerarchi fascisti la sera del 28 aprile 1945 subito dopo la vigliacca fucilazione di Mussolini avvenuta la mattina dello stesso giorno. Bombacci di fronte al plotone di esecuzione morì gridando "viva l'Italia, viva il socialismo".
Immaginiamo che oggi un' impresa che si trovi in deficit decida di chiudere perché in passivo. Ma che cos' è il passivo? Esso è dato dalla mancanza di profitto per il proprietario. Ma se proprietari delle imprese in passivo diventano gli stessi operai le imprese possono rimanere aperte e produrre vincendo la concorrenza delle imprese straniere che producono per il profitto. Abolito il profitto vengono abolite le perdite, dovute alle maggiori spese rispetto al profitto. E' questa soluzione che i governi fantocci italiani non possono attuare perché servi del capitalismo finanziario della sciagurata Unione Europea. Da cui bisogna uscire come da una disgrazia. Così vi sarebbe anche una ripresa economica dopo che molte imprese saranno costrette a rimanere chiuse dopo il coronavirus.              

lunedì 6 aprile 2020

O MASCHERINE O ARRESTI DOMICILIARI

Esistono diversi tipi di mascherine, alcune definite inutili altre utili. Quelle utili quando si esce di casa sono solo le ffp2 e ffp3. Quelle cosiddette chirurgiche sono inutili fuori dell'ambiente ospedaliero perché servono solo ad impedire che il medico infetti il paziente. Ma è evidente che queste non servono per difendere i medici dai pazienti se questi non hanno mascherine che servano a difendere se stessi da altri che non usino mascherine. Ma se tutti usassero almeno quelle definite inutili (chirurgiche) è evidente che ci sarebbe una reciproca difesa. Le mascherine ffp2 e ffp3 sono con valvola o senza valvola. Quelle senza valvola debbono sostituire ogni volta la valvola e perciò non sono riutilizzabili. Ma esistono mascherine cosiddette egoiste che sono senza valvola che servono per non essere infettati da chi non usi la mascherina e non infettare gli altri se non usino la mascherina.  Ma se tutti usassero almeno le mascherine "inutili" o chirurgiche, ammesso che queste assicurino comunque una reciproca protezione, simile a quella delle ffp2 e ffp3, è evidente che basterebbe che tutti usassero solo quelle chirurgiche. 

Orbene, questo governo di merda (che incredibilmente ringrazia la Cina che ha contagiato il mondo solo per avere inviato qualche tonnellata di mascherine, non si sa nemmeno di che tipo), si è accorto adesso che bisogna rendere obbligatorie le mascherine, senza specificare che esistono quelle tipo ffp2 (95% di protezione) e ffp3 (98% di protezione). Questo governo a causa della sua totale inefficienza pretende l'obbligatorietà delle mascherine senza avere provveduto prima (sin dall'inizio di febbraio) a rendere reperibili in tutte le farmacie le mascherine,  se non quelle ff2 e ff3 almeno quelle chirurgiche nell'ipotesi che tutti siano obbligati ad usare una mascherina, almeno quella chirurgica. Esso dovrebbe essere ritenuto il responsabile  maggiore di tutte le morti per coronavirus. Perché è evidente che certamente, soprattutto nei mesi invernali, i morti non per coronavirus ma, indipendentemente dal coronavirus, per pregresse malattie, è stato sempre superiore data anche l'alta vita media.   

Il sottostante video non tiene conto del fatto che, se tutti usassero una mascherina, basterebbe anche soltanto quella chirurgica (definita altruista) per una reciproca difesa. 

Ecco il video tutorial sulle mascherine "altruiste", "egoiste" e ...



1 giorno fa
il Giornale, notizie quotidiane ... Ecco il video tutorial sulle mascherine "altruiste", "egoiste" e ...

sabato 4 aprile 2020

MALEDETTA CRUDELTA' CINESE (2)

CAMPAGNA GLOBALE: CHIUDIAMO I WET MARKET

Questi wet market sono una minaccia alla salute pubblica e causano incredibili sofferenze agli animali selvatici e da allevamento. È per questo che Animal ...
2 ore fa - Nel filmati inediti esclusivi girati dagli investigatori di Animal Equality nei wet market di Cina, Vietnam e India, vengono mostrati animali come ...

Abbiamo appena lanciato una nuova, importante campagna globale che abbiamo deciso di indirizzare all'ONU, l'Organizzazione delle Nazioni Unite.
Le immagini che vedrai sono state raccolte dai nostri investigatori tra 2014 e 2019 in Cina, India e Vietnam. Sono immagini forti girate all'interno dei Wet Market - o mercati umidi - come quello di Wuhan in Cina, da cui gli scienziati ipotizzano che abbia avuto origine il virus COVID-19.

Nei Wet Market gli animali selvatici - come coccodrilli, istrici, cerbiatti o pipistrelli - vengono venduti insieme agli animali comunemente allevati per il consumo umano in Asia - come polli e capre, ma anche cani e gatti.

Gli animali vivi vengono macellati al momento, di fronte agli occhi dei futuri acquirenti. Le condizioni igienico-sanitarie sono terribili.

Sembra un mercato degli orrori, un vero e proprio Inferno in Terra, eppure tutto questo, benché molto pericoloso per la salute pubblica ed estremamente crudele per gli animali, per la legge è legale.

Per vedere con i tuoi occhi quello di cui sto parlando, guarda ora la nostra inchiesta:
 
Abbiamo il dovere di intervenire e chiudere per sempre i ‘mercati bagnati dal sangue’: per favore, aiutaci a portare questa campagna ai vertici dell'ONU e chiedere alla comunità internazionale di fare la sua parte in questa battaglia.
Oltre a essere luoghi infernali per gli animali, i wet market sono anche minacce reali e imminenti alla salute pubblica dell’intero pianeta: adesso è il momento di agire.
 


MALEDETTA CRUDELTA' CINESE (1)

Ricevo da
Da: "Matteo, Animal Equality Italia" <comunicazioni@animalequality.it>
Oggetto: [ALLE NAZIONI UNITE] Wet Market: chiudiamoli!
GLI ANIMALI NON SONO OGGETTI!! E LA NATURA MALTRATTATA SI STA VENDICANDO CON IL COVID 19

Un nuovo virus mortale, conosciuto come coronavirus 2019-nCoV, si sta diffondendo a livello mondiale. Questo virus si è originato dal mercato 'degli animali vivi' della città di Wuhan, in Cina. In questo mercato gli animali sono tenuti vivi in gabbie (con misure non a norma, troppo piccole e strette che non consentono agli animali di muoversi liberamente) e vengono poi macellati o venduti ancora vivi.  
La CCN è riuscita ad ottenere delle immagini da un consumatore preoccupato che ha denunciato, tramite un video, la presenza di animali selvatici insoliti. Tra gli animali venduti liberamente in questo mercato troviamo: cuccioli di lupo, civette, cani, gatti, anatre, uccelli, procioni, lontre, cammelli, pavoni, roditori, porcospini, tartarughe, koala, volpi, cigni, conigli, fagiani, struzzi, cervi, scorpioni, salamandre giganti cinesi, scolopendra , cinghiali, tassi asiatici, coccodrilli, asini, civette delle palme mascherate, istrici, pesci, suini, pollame e bovini (South China Morning Post, 2020). 
Nelle ultime tre settimane, il virus ha ucciso 9 persone e ne ha infettato 440, inclusi 15 operatori sanitari. Il virus si è diffuso in Cina e ha raggiunto la Corea del Sud, Taiwan, il Giappone e gli Stati Uniti.
Questi mercati sono terreno fertile per la diffusione di virus. Questo, infatti, non è il primo caso: 
Tra il 2002 e il 2003, la SARS (sindrome respiratoria acuta grave) si diffuse proprio dai questi mercati e uccise 774 persone e ne infettò 8.098 (WHO, 2003). 
- Nel 2013, il virus dell'influenza aviaria, H7N9 e H5N9, si diffuse dal mercato degli uccelli vivi in Cina e uccise oltre 1.500 persone in tutto il mondo. Il virus H7N9 era stato scoperto per la prima volta proprio grazie a questo questo caso (WHO, 2013).
Questi mercati sono il punto di partenza di molte NUOVE infezioni pericolose e contagi mortali per i diversi animali tenuti in vita in condizioni antigieniche e non regolamentate. Ciò nonostante questi mercati sono ammessi. Il mercato di Huanan è stato TEMPORANEAMENTE chiuso per ispezioni. La Cina ha vietato il commercio di animali selvatici ma SOLO TEMPORANEAMENTE finchè la situazione non sarà risolta. 
Questo episodio ci fornisce un'altra chiara motivazione per vietare questi mercati che fino ad ora sono stati autorizzati a tenere qualsivoglia animale vivo in gabbia in qualunque condizione.
Le zoonosi che si originano e diffondono da questi mercati e l'atroce realtà di animali ancora trattati come se non fossero in grado di provare disagio, dolore, tormento e sofferenza dovrebbero fornire motivi sufficienti per chiudere non temporaneamente ma permanentemente il commercio di animali tenuti vivi in gabbie in mercati, ristoranti etc.
Questa è una questione globale che interessa tutti noi, umani e animali, e che deve andare oltre gli interessi legati a questi mercati.



OLTRE LA  SPECIE

In questi giorni, proprio nel momento in cui non possiamo uscire e occupare lo spazio pubblico con i nostri corpi a causa delle restrizioni del Dpcm riguardanti l’emergenza sanitaria Covid19, il Comune di Roma procede con il provvedimento siglato nel 2019 tra la Regione Lazio, Legambiente Lazio, Federparchi e Coldiretti Lazio per le misure di contenimento dei cinghiali, all’interno della zona urbana. Il protocollo prevede lo stanziamento di 100 000 euro, per il “controllo numerico” dei cinghiali” e per la “prevenzione del rischio” legata alla presenza degli animali nella città. Gli animali saranno catturati con delle gabbie apposite e poi abbattuti, o destinati al macello.
Riteniamo che questa operazione sia espressione di come le istituzioni hanno agito approfittando dell’assenza coatta dell_ attivist_.
Questa decisione violenta è l’esito di una gestione sbagliata del territorio, dei rifiuti (motivo per cui gli animali si avvicinano alla città) e delle relazioni interspecie.
Rifiutiamo l’idea di spazio urbano come prerogativa dell’umano, e soprattutto ci opponiamo con forza allo sterminio istituzionalizzato che sta per essere messo in atto.
Chiediamo la sospensione immediata dell’applicazione del protocollo d’intesa tra Regione Lazio, Città Metropolitana e Roma Capitale per la gestione del cinghiale (sus scrofa L.) nel territorio di Roma Capitale, approvato con delibera numero 190 del giorno 27 settembre 2019 dall’Assemblea Capitolina, con durata triennale.
Chiediamo che venga immediatamente istituito un tavolo di confronto tra Regione Lazio, Roma Capitale, associazioni e realtà animaliste e antispeciste attive sul territorio di Roma Capitale per l’individuazione di soluzioni alternative, che non comportino l’uccisione, la reclusione e lo sfruttamento degli animali.

giovedì 2 aprile 2020

LE MASCHERINE: DOVE LE HO TROVATE

Abbiamo un governo di merda che non ha mai provveduto  a rifornire le farmacie di mascherine. Ha peggiorato tutta la situazione. E' inutile dire "stai a casa". E' come mandare in guerra un esercito senza armi, visto che non tutti possono trascorrere le giornate tappati in casa se molti debbono comunque uscire per ragioni di lavoro o per fare la spesa. Ho telefonato a varie farmacie e tutte rispondevano che erano in attesa dell'arrivo della mascherine. Una mi ha detto che era in attesa delle mascherine ffp3. Credevo che le ffp2 e ffp3 (non ho mai capito la differenza) fossero le migliori. ATTENZIONE! Ho sentito alla TV che queste mascherine debbono essere usate solo dal personale ospedaliero e sono pericolose perché hanno un filtro che deve essere cambiato ogni giorno e se ne sconsiglia l'uso fuori degli ospedali. Da notare che anche le mascherine mono uso in realtà possono essere riutilizzate rispettando le seguenti norme
In questa guida ti verrà spiegato in quali circostanze e come si possono riutilizzare le mascherine chirurgiche e le mascherine FFP1, FFP2, FFP3, N95, N99 usa ...

Ho usato da prima nell'occasione di una mia necessaria e breve uscita da casa una mascherina fatta in casa con cotone e carta da forno. Poi in una parafarmacia al prezzo di 5 euro ciascuna quattro mascherine bianche molto sottili e lavabili che credo non siano migliori di quelle fatte in casa. Cercando e ricercando ho trovato l'indirizzo di una ditta di abbigliamento. Che così mi ha risposto.   
Gentile Pietro,

l’articolo da Lei ordinato è il seguente: https://www.gedshop.it/mascherina-3-strati-in-cotone-lavabile-maskged, non sono ffp2, di seguito la descrizione del prodotto:

Descrizione prodotto
Mascherina realizzata in cotone dimensioni 20x12 Cm. ATTENZIONE: NON E' UN PRESIDIO MEDICO CHIRURGICO. Produzione Italia. Progettata, stampata, tagliata e cucita all'interno dei nostri stabilimenti in totale sicurezza, rispettando tutte le regole. Realizzata in tre strati, di cui 2 esterni in cotone che contengono una frisellina all'interno. Sono mascherine morbide al tatto e molto confortevoli. Non imbustati singolarmente. Possono essere lavate anche in lavatrice e riutilizzate. L’articolo può essere acquistato solo neutro. 
 Il suo ordine è per 50 pezzi ad un costo di € 3,79+iva cad.
 Cordialmente

-------- Messaggio Inoltrato --------
Oggetto: Il tuo ordine 38395 da G e D Group Srl è stato spedito
Data: Thu, 2 Apr 2020 02:20:18 +0200
Mittente: Spedizioni | Gedshop.it
A:...@...




Ciao Pietro Melis,

Il tuo ordine 38395 è partito.
BRT ha preso in carico la tua spedizione.

Vai al Tracking: Tracking
Tracking Number: 157040057187
Corriere: BRT

Grazie.

G e D Group Srl
https://www.gedshop.it

mercoledì 1 aprile 2020

CORONAVIRUS: RIVOLTA ANIMALE CONTRO LA SPECIE UMANA

Si massacrano ogni giorno miliardi di animali specialmente in allevamenti (di morte) intensivi dove si fa uso di antibiotici per uso vaterinario. Sono i focolai da cui si sviluppano batteri e virus. In Cina macellavano specialmente nelle zone rurali animali di ogni specie secondo il principio che "E' MANGIABILE TUTTO CUIO' CHE SI MUOVE DA SE'". Maledetti cinesi. Che siano stati solo i pipistrelli la fonte del coronavirus è solo un'ipotesi. In Cina vi sono i maggiori allevamenti (di morte) di maiali che possono essere stati portatori sani del coronavirus, soprattutto se i maiali vengono a contatto con altre specie animali, come, soprattutto, dei cinghiali. L'umanità sarà costretta a subire epidemie e pandemie sino a quando i mangiatori di cadaveri continueranno ad essere gli untori della specie umana.
Massimo Galli, primario del reparto di malattie infettive nell'ospedale Sacco di Milano, ha detto (trasmissione di oggi Fuori dal coro in rete4) che l'umanità ha martoriato la Terra e ha aggiunto (cosa che già sapevo) che se si racchiudesse tutta l'evoluzione di quattro miliardi e mezzo di anni in un solo giorno la specie uomo apparirebbe negli ultimi 4 secondi. Aggiungo io che, nonostante ciò, questa scritariata specie crede di essere padrona della Terra, mentre è padrona di un cazzo. Le conseguenze si vedono. La malattia umana da cui nascono tutte le altre malattie è l'antropocentrismo, che, per dirla con il filosofo Heidegger, "fa violenza alla Terra e la trascina nell'esaustione per porla sotto il dominio della volontà di volontà che rende manifesta l'insensatezza dell'agire umano posto come assoluto"(Saggi e discorsi).

I cannibali oggi mangiano gli animali

I cinesi non sono umani     

Tornerà tutto come prima, purtroppo!

Stiamo affogando in un mare di ipotesi

Perché la gente dei paesi ricchi sta mangiando più cibo vegano (terza parte)

Perché la gente dei paesi ricchi sta mangiando più cibo vegano (seconda parte)

Perché la gente dei paesi ricchi sta mangiando più cibo vegano (prima parte) 

Bere latte di mucca è contro natura

Il Pensiero Unico ci dice per cosa commuoverci e cosa no

Di pandemia in pandemia

Sul veganismo bisogna tenere separati i fatti dalle opinioni

Guai a mettere in discussione il diritto di uccidere gli animali

Tutti i virus sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri

La nostra malriposta ammirazione per l’efficientismo dei cinesi

Dedicato a SDEI

All'infame Dio Moloch piace il panino al prosciutto

Chi uccide animali è un assassino, senza se e senza ma

Il miglior modo per sconfiggere la fame nel mondo è diventare vegani

Il veganismo spiegato ai principianti

Perché gli animalisti non sono compatti nel condannare il carnivorismo?

Perché i vegani sono accusati d'essere fanatici talebani?

Arriverà il virus, e avrà i tuoi occhi

Hanno fatto una carneficina e l’hanno chiamata normalità

Il Grande Fratello dagli occhi a mandorla

Cartoline dal mondo degli zombie

La schizofrenia morale dei cadaveriani

Il falso mito che la carne fa bene alla salute  

Bisogna inquadrare il cibo cinese nella giusta ottica 

La sacrilega similitudine

Le carcasse di animali non sono un cibo adatto agli uomini

Coronavirus: la strage di cani e gatti

 

lunedì 30 marzo 2020

I NUMERI BUGIARDI GIOCANDO SUI MORTI PER CORONAVIRUS

Se non sbaglio secondo gli ultimi numeri riguardanti i morti per coronavirus sarebbero ad oggi in Italia 11.000. Perché non si dice quanti morti negli ultimi anni si sono avuti nei primi tre mesi senza il coronavirus? Quanti sono stati negli ultimi anni per lo stesso periodo i morti per complicazioni da comune raffreddore o per tutte le altre malattie (cancro, malattie cardiovascolari, etc.)? Quanti sono stati i morti di quest'anno senza il coronavirus? Potrebbero essere più di 11.000? Non lo so. Ma verità vorrebbe che si dicesse il numero dei morti per altre cause. Vorrei concludere con una osservazione. Sapete qual è la malattia che fa più morti? 
E' la vita. Ha il 100% di decessi. Ma non lo si dice mai. Essa è molto più contagiosa del coronavirus perché a causa dello scriteriato aumento della popolazione terrestre il numero dei morti andrà sempre aumentando proporzionalmente.       

sabato 28 marzo 2020

BISOGNAVA AGIRE SUBITO CONTRO IL CORONAVIRUS

E' iniziato con quell'abusivo deficiente del Quirinale che il 6 febbraio andò a visitare una scuola con forte presenza cinese per dimostrare che non esisteva alcun pericolo di epidemia da coronavirus. Basterebbe questo per chiederne le dimissioni. E invece nessuno ha avuto il coraggio di accusare questo scriteriato.
6 feb 2020 - Qualche giorno fa il presidente della Repubblica aveva inviato una lettera di solidarietà al presidente cinese Xi Jinping. Incorpora video. Visita ...
   
Isolando i primi focolai che si sono manifestati in Lombardia. "La pandemia di COVID-19 del 2020 in Italia ha avuto le sue manifestazioni epidemiche iniziali il 30 gennaio, quando due turisti provenienti dalla Cina sono risultati positivi per il virus SARS-CoV-2 a Roma. Un focolaio di infezioni di COVID-19 è stato successivamente rilevato a partire da 16 casi confermati in Lombardia il 21 febbraio, aumentati a 60 il giorno successivo con i primi decessi segnalati negli stessi giorni" (fonte
La pandemia di COVID-19 del 2020 in Italia ha avuto le sue manifestazioni epidemiche iniziali il 30 gennaio, quando due turisti provenienti dalla Cina sono ...

  Come se non bastasse questo è stata permessa la follia dell'incontro di calcio Atalanta-Valencia il 19 febbraio nello stadio di San Siro a Milano. E si può pensare che i tifosi bergamaschi abbiano portato a Bergamo il maggiore focolaio del coronavirus. I cittadini bergamaschi (compreso Vittorio Feltri) se la prendano a morte con coloro che hanno permesso questa follia che si è estesa nella Lombardia, regione da cui è partita per il resto dell'Italia la pandemia del coronavirus. 

21 mar 2020 - Stando alle ultime analisi, il focolaio del Coronavirus di Bergamo sarebbe iniziato con la sfida tra Atalanta e Valencia di Champions League.
21 mar 2020 - Coronavirus: Atalanta-Valencia possibile detonatore del contagio ... di crisi della Protezione civile l'ipotesi secondo cui Atalanta-Valencia a ...
21 mar 2020 - Diciannove febbraio, 40 mila bergamaschi a San Siro per Atalanta-Valencia. In pullman, auto, treno. Una bomba biologica, purtroppo». 
Se si fosse dichiarato subito l'isolamento della Lombardia non si sarebbe arrivati alla tragica situazione attuale. Come si vede dalla cartina geografica (tratta dal citato articolo di Wikipedia). Governo Conte responsabile di tutto. Ha cominciato a chiudere le stalle quando i buoi erano già fuggiti. Finita in Italia la pandemia dovrà essere incriminato per grave attentato alla salute pubblica. Ed ecco il grave risultato ottenuto da questo governaccio sino ad oggi 

Covid-19 - Situazione in Italia - Ministero della Salute



I primi due casi di Coronavirus in Italia, una coppia di turisti cinesi, sono stati ... e allontanamento nei comuni dove sono presenti focolai e la sospensione di ...
    

Le province italiane oggetto delle misure restrittive definite con il decreto dell'8 marzo 2020.

venerdì 27 marzo 2020

IL CORONAVIRUS DOVRA' ESSERE LA MORTE DELL'UE

Sono saltati i vincoli e i lacci dell'Unione Europea (come il pareggio di bilancio). Nessuno Stato vuol farsi carico di aiuti economici a favore di altri Stati in questa tragica situazione. E' stata data via libera all'indebitamento maggiore di ogni Stato per affrontare la crisi economica derivante dal coronavirus. Ognuno faccia per conto suo aumentando il debito. Ma se il debito significa aumentare gli interessi che lo Stato deve pagare agli acquirenti dei titoli di Stato si tratta di un falso debito se titolari dei titoli sono gli stessi cittadini. Ad un debito statale corrisponde un maggiore credito dei cittadini e dunque la ricchezza rimane all'interno dell'economia statale. Per decenni il debito pubblico (di cui nessuno si accorgeva) aveva portato l'Italia ad essere la quinta potenza mondiale con l'aumento del debito pubblico. L'ingresso nell'Unione Europea ha proibito con il pareggio di bilancio e con il divieto di sforare il 3% del PIL ad una crisi economica che ha avuto come conseguenza anche il taglio nei finanziamenti della ricerca scientifica e della sanità. Per converso l'Italia ha buttato ogni anno molti miliardi per finanziare i fondi comuni europei senza trarne alcun vantaggio. Lo spread esiste solo perché bisogna fare i conti con i titoli di Stato tedeschi, che sono arrivati a rendere ai loro possessori un interesse negativo. Usciti dalla zona euro sparisce anche lo spread e si potrebbe tornare ad una moneta nazionale. Magari equiparando una nuova lira al valore dell'euro che artificiosamente nel 1999 in Italia fu stabilito in lire 1936,27. Questa nuova lira subirebbe una svalutazione di circa il 20% con beneficio delle esportazioni delle industrie italiane, a cui non reggerebbe la concorrenza tedesca che rimarrebbe con l'euro nato in base al valore che le monete nazionali avevano rispetto al marco. Così nel 1999 l'euro in Italia ebbe un valore calcolato in base al valore che aveva il marco rispetto alla lira (un marco equivaleva a 990 lire). Nel mercato interno nulla cambierebbe perché i prezzi necessariamente si adeguerebbero alla minore capacità d'acquisto della nuova lira. E' evidente che l'euro è stato introdotto sulla base del valore del marco rispetto alle monete nazionali. In sostanza, l'euro è una moneta straniera in quanto è il marco travestito da euro. Una volta tornati alla lira (ad una lira pesante equivalente a vecchie 1936,27 lire) cessa la schiavitù dell'Unione Europea con grande risparmio in quanto non si dovrebbe più buttare soldi nei fondi comunitari. Nulla potrà essere come prima dopo la tragedia del coronavirus. Da un grande male potrebbe trarsi un grande beneficio economico. Ma per arrivare a questo occorrerebbe un governo antieuropeista. Chi crede che Draghi possa essere la salvezza dell'Italia si illude perché chi è stato presidente di una banca straniera (la BCE, cioè la Banca Centrale Europea con sede a Francoforte) non può che essere fautore di una perdurante espropriazione della sovranità monetaria, che implica che la moneta sia il riflesso dell'economia reale e non il risultato di una costruzione artificiale quale è l'UE con una moneta che non corrisponde agli  interessi nazionali.      
Gli Stati Uniti hanno affrontato la crisi economica derivante dal coronavirus stampando monenta con Federal Reserve perché hanno una sovranità monetaria. Ciò è impossibile con l'euro perché la BCE ha espropriato gli Stati della sovranità monetaria.    

L'economista De Grauwe
"È la fine dell'eurozona"

giovedì 26 marzo 2020

GOVERNO DESTINATO A SFASCIARSI DOPO IL CORONAVIRUS

Questo governo sopravvive paradossalmente grazie al coronavirus non potendo in questa situazione proporsi nuove elezioni. Ha inanellato una serie di decreti confusi e contraddittori agendo con grave ritardo. Lo scandalo maggiore è rappresentato dal fatto che dopo più di un mese ancora questo governaccio non è stato capace di rendere l'Italia autosufficiente in fatto di mascherine che difendano chi le indossa e impediscano che chi le indossa possa contagiare chi, purtroppo in questa situazione, non le indossa, mentre dovrebbe essere obbligatorio per tutti indossarle. Quelle chirurgiche servono solo ad evitare che sia contagiato il paziente ma non servono ad evitare che il medico sia infettato dal paziente. Pertanto sarebbe stato necessario produrre subito decine di milioni di mascherine ffp2 e ffp3. Questo governaccio si è ridotto ad elemosinare mascherine da altri Stati, compresa la Russia. Di tutto ciò dovrà pagare le spese. Dovrà essere considerato causa del maggiore diffondersi del coronavirus. Tutto il governo dovrà essere criminalizzato.     

Di Maio senza vergogna
Follia sulle mascherine