mercoledì 2 settembre 2015

LA BUFFONATA DEL GIUBILEO CON LA REMISSIONE DEI PECCATI

Io mi domando: forse la confessione non toglie già i peccati? E allora che bisogno vi è di una partecipazione al giubileo di Roma per avere una ulteriore cancellazione di tutti i peccati? E quelli che non andranno a Roma non avranno cancellati i peccati? E gli islamici, per esempio, non avranno i peccati cancellati? Ma che stronzate sono queste?  Inoltre questo buffone di papa ha detto che verrà cancellato il peccato di aborto? Ma come si permette? Chi gli ha dato il potere? Nessuno. Se lo è dato da solo. Non vi è una sola frase dei Vangeli in cui si parli di aborto. E allora? Dove sta il peccato? Questo papa macchietta avrebbe dovuto leggere l'Evangelium vitae (che non è un'enciclica) di Giovanni Paolo II (il famoso commesso viaggiatore) che scrisse, rivolgendosi alle donne che avevano abortito dicendo che i loro mancati figli erano stati "accolti nella gloria di Dio" (sic!). Ma allora dove sta il peccato  se l'anima  del feto abortito va subito in paradiso senza rischiare né il purgatorio né l'inferno? L'aborto diventa una fabbrica di anime beate. A che serve vivere cento anni con il pericolo di una condanna? Forse il Dio (inventato dal papa) è così sadico da preferire che uno diventi adulto per il piacere di condannarlo dopo la morte non ammettendo la furbizia di una donna che gli spedisca un figlio abortito in paradiso contro la sua volontà sottraendolo al suo giudizio? Come si vede quelle dei papi sono sempre delle emerite stronzate. S. Agostino riteneva che l'anima immortale apparisse dopo il secondo mese di gravidanza, mentre secondo S.Tomaso l'anima immortale appare alla nascita appena esce dalla vagina (allora non esisteva il parto cesareo). Come si vede, non vi era accordo tra il magiore Padre della Chiesa e il maggiore Dottore di essa. Poi la Chiesa se fregò di tutti e due e la sua dottrina oggi dice che l'anima immortale appare nel mometo del concepimento, quando lo spermatozoo entra nell'ovulo, e allora, zacchete, Dio, attento ad ogni scopata, una delle tante migliaia che avvengono ogni giorno con fecondazione, ci infila subito l'anima immortale. Tranne che vi sia un meccanismo prestabilito. Ma è possibile che un papa possa spargere queste barzellette come verità? Io purtroppo non potrò usufruire della cancellazione dei peccati perché Dio non mi ha dato la fede. Dice S. Paolo (Epistola ai Romani) che l'iniziativa è sempre di Dio, altrimenti dipenderebbe dalla volontà degli uomini. Dà la fede a chi vuole e condanna chi vuole avendo già tutti predestinato alla salvezza o alla condanna indipendentemente dalle opere. Da questa affermazione di S. Paolo è scaturito il protestantesimo di Lutero e di Calvino, che hanno cancellato il valore delle opere a favore della predestinazione. Ma attenti. Non basta la fede per avere la certezza della salvezza perchè anche in questo caso la volontà divina dipenderebbe da quella umana. Ma allora perché Paolo andava a predicare per convertire i pagani se tutto era predestinato? Come si vede la predicazione di Paolo, il vero fondatore del cristianesimo con tutte le sue contraddizioni, risultava del tutto inutile ai fini della salvezza. E se tutto è predestinato come può un papa arrogarsi il potere di assicurare la cancellazione dei peccati con il giubilieo? Se tutto è predestinato allora è possibile che io mi salvi pur non credente  nel cristianesimo. La gente ignorante non può porsi queste domande e si beve tutto. Crede che con una bella scampagnata a Roma, con tutto il casino che succederà, e con grandi affari per il Vaticano, ma con grandi spese a carico delle tasse, possa lavarsi la coscienza. Il giubileo (o anno santo) fu inventato da quel furbacchione di Bonifacio VIII, a cui Dante preparò un posto nell'Inferno quando Bonifacio era ancora in vita. Dante capì che il giubileo era stato inventato per far accorrere pellegrini a Roma e riempire le casse del Vaticano. E il protestantesimo di Lutero ebbe inizio quando si ribellò ai papi che, dopo l'invenzine del purgatorio (vedere per questo il classico libro dello storico medievalista francese Le Goff  La nascita del purgatorio) chiesero danaro per ridurre la permanenza delle anime nel purgatorio. Incredibile ma storico. Il furbastro imperatore pluriassassino Costantino (tra gli altri fece uccidere la moglie Fausta e un nipote di 15 anni) si fece battezzare solo in punto di morte perché il battesimo gli avrebbe tolto tutti i peccati. Come si vede, tutta la storia del cristianesimo è una storia antievengelica perché la dottrina cristiana si è inventata tante cose non deducibili dai Vangeli, già così fantasiosi. E di fantasia, chi più ne ha più ne metta. Coraggio popolo del giubileo, vai a Roma per farti prendere per il culo dal papa.    

10 commenti:

Anonimo ha detto...

non hai capito un cazzo del cristianesimo, ma leggero' ancora il tuo blog, sembri un clone di Uriel Fanelli, e questo mi piace. Inoltre sono anti-americano, pro-russia, anti-islamico. Gli americani di merda vanno bannati, e bisogna uscire dalla NATO. ciao

Cervo Gian Luigi ha detto...

Buon giorno. Le chiedo gentilmente di leggere ,se ha tempo e commentare l'articolo che troverà all'indirizzo di seguito.
http://www.ilgiornale.it/news/cultura/islam-ombre-sul-profeta-corano-pi-antico-mondo-fu-scritto-ma-1165394.html
Sicuro che troverò una sua riflessione che leggerò al mio rientro in Italia. ( sto entrando in Francia )
Con l'occasione le rinnovo la mia personalissima stima.

Cervo Gian Luigi ha detto...

Buon giorno. Le chiedo gentilmente di leggere ,se ha tempo e commentare l'articolo che troverà all'indirizzo di seguito.
http://www.ilgiornale.it/news/cultura/islam-ombre-sul-profeta-corano-pi-antico-mondo-fu-scritto-ma-1165394.html
Sicuro che troverò una sua riflessione che leggerò al mio rientro in Italia. ( sto entrando in Francia )
Con l'occasione le rinnovo la mia personalissima stima.

Pietro Melis ha detto...

Sono i papi che non lhanno mai capito.Ergendosi a vicari di Cristo, che non ha lasciato vicari

Pietro Melis ha detto...

Avevo già messo l'articolo in memoria. Poi lo leggerò

andrea ha detto...

La stronzata è chiedere l'amnistia, e Pannella che ringrazia Bergoglio è penoso!

Pietro Melis ha detto...

Infatti la richiesta dell'amnistia è una intrusione nella politica, con la solita confusione tra morale e diritto.

Anonimo ha detto...

Punto 1 i peccati si tolgono solo con
il sacramento della confessione.
Punto 2 gli islamici non confessandosi
non ottengono nessuna remissione dei peccati.
Punto 3 il peccato di aborto si cancella
solo con il sacramento della confessione.
Punto 4 l'anima del feto abortito va in
paradiso.
Punto 5 l'anima immortale appare
all'atto del concepimento.
Punto 6 DIO da la fede a chi vuole, il protestantesimo di Lutero e Calvino sono solo delle Eresie.
Punto 7 Paolo andava a convertire i pagani
perché poi il destino bisogna che si compia.
Punto 8 il popolo cristiano non va a Roma
per farsi prendere per il culo dal Papa
ma perché ama e testimonia CRISTO.
Un ex ateo ed ex comunista.
ANONIMO CROCIATO.

Pietro Melis ha detto...

O ANIMO CROCIATO, la prego di non insistere. Oltretutto perché anonimo. Ormai ci siamo capiti. BASTA. Si tenga la sua fede e non cerchi di convertire gli atei o gli agnostici.

Anonimo ha detto...

Sono cattolica ma devo confessare che la penso come lei