sabato 19 settembre 2015

NESSUNA PIETA' PER I SIRIANI COSIDDETTI PROFUGHI. L'ULTIMA STRONZATA DEL PAPA. I NUOVI SARACENI

Cominciamo dall'ultima stronzata del pappa, che ha detto che "in base ai Vangeli bisogna assicurare una speranza concreta a coloro che cercano una vita migliore". Ma dove sta scritto nei Vangeli? Questo si inveneta tutto inventandosi cose che non esistono nei Vangeli, dove esiste solo la carità fatta volontariamente e privatamente  ("non sappia la sinistra ciò che fa la destra). La carità non si fa caricandola sulle tasse dello Stato. Questo vale anche per un idiota quale il monsignor Perego presidente dell'associazione migrantes che fa capo alla CEI (Conferenza Episcopale Italiana). Ha scritto il giovane Hegel in Scritti sul cristianesimo  che uno Stato che mettesse in pratica i Vangeli si autodistruggerebbe. Ebbene, tutti quelli, cristiani e non cristiani, che non sanno dire altro che "solidarietà" (termine che appartiene alla morale e non al diritto) vogliono distruggere lo Stato. 
Maledetti siano tutti i siriani che si definiscono profughi e che tali poi vengono riconosciuti per ignoranza o per disonestà. Proprio essi sono la causa maggiore del loro definirsi profughi di guerra dicendo che in Siria vi è la guerra. Sono essi che hanno causato la guerra civile nella florida Siria del governo laico di Assad, dove non vi erano guerre di religone e nessuno veniva discriminato in base alla religione. I cristiani venivano protetti dal governo laico di Assad a cui questi falsi profughi, musulmani, si sono ribellati causando l'infiltrazione dell'Isis. Guardateli: tutte le donne cosiddette profughe hanno la testa fasciata secondo la tradizione islamica della sottomissione della donna, di cui è simbolo la testa coi capelli sempre coperti. Maledetti siano questi siriani che meriterebbero di essere rinchiusi in lager tipo nazista (anche senza le asserite camere a gas) per essere costretti a lavorare gratis per un certo numero di anni per essere poi ricacciati via con la forza. Essi fanno parte di un'invasione islamica dell'Europa. Bisogna innalzare muri difendendo i confini. E' una legge di natura che gli animali difendano il loro territorio. Quando gli antichi Romani furono stanchi di difendere i confini dell'impero e credettero di poter integrare i barbari germanici nei loro eserciti incominciò la fine dell'impero romano. Ma ha scritto Montesquieu a proposito (Considerazioni sulle cause della grandezza dei Romani e della loro decadenza) che la pace non si compra. E questi barbari erano dopo tutto europei, che poi si integrarono convertendosi al cristianesimo, anche spesso con la forza delle armi, come capitò durante l'impero di Carlo Magno. Oggi la situazione è peggiore perché gli islamici non possono essere integrati. Lo vieta quel libro di merda chiamato Corano, la più grande disgrazia della storia. E la Chiesa cattolica si sta autodistruggendo favorendo l'invasione di questi barbari ossequienti ancora all'autore pazzo del Corano, partorito da una madre con parto anale. La causa di tutto ciò è stata ben spiegata da Magdi Allam. Oggi viene distribuito con il quotidiano IlGiornale un suo libro (ISLAM. Siamo in guerra) che demolisce ogni menzogna sulla distinzione tra islamici estremisti ed islamici moderati. Perché non esiste un Corano moderato. Ho capito che non è possibile farlo entrare in testa a questi politici di merda della falsa sinistra, ignoranti se non hanno mai letto il Corano o disonesti se l'hanno letto. L'Africa ha un aumento della popolazione vertiginoso. Accogliere quelli che sono già arrivati in Europa significa cercare di prosciugare il mare con un secchiello. Continueranno ad arrivare, e non sono nemmeno profughi cosiddetti di guerra. Provengono molti anche dall'Asia (Pakistan e India, per esempio, che non sono in stato di guerra). O muri, una cortina di ferro contro gli invasori, che ricordano i saraceni (peggio dei saraceni perché in questo caso si trattava di difendersi da invasori armati, mentre questi nuovi saraceni sono peggiori perché disarmati e dunque non si può sparare loro addosso, mentre per me meriterebbero di essere respinti anche con le armi) o la fine dell'Europa occidentale, da cui si salverà la Russia del cristianesimo ortodosso, non contaminato dalla ormai cloaca della Chiesa cattolica e antievangelica di questo papa ignorante e distruttore delle radici cristiane dell'Europa, riconoscibili anche dagli atei. Ma si tratta di radici greco-romano-cristiane.  

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi chiedo: e se l'Isis decidesse, fra i vari obiettivi strategici su cui puntare per fare degli attentati, di scegliere proprio il Vaticano? Cosa farebbero quelli là dentro? Continuerebbero a piegarsi come canne al vento di fronte a queste termiti invadenti?

Cecilia

Pietro Melis ha detto...

Ho ricevuto in posta dal mons. Perego quanto segue dopo avegli inviato il link del mio articolo.
Il 19/09/2015 22:07, perego@migrantes.it ha scritto:

Si vergogni per quello che scrive.
don Gian Carlo Perego
Il 2015-09-19 01:06 prof. Pietro Melis ha scritto:
sabato 19 settembre 2015
NESSUNA PIETA' PER I SIRIANI COSIDDETTI PROFUGHI. L'ULTIMA STRONZATA DEL PAPA.

Io non ho alcunché di cui vergognarmi. Si vergogni lei antievangelico pretaccio che pretende che la carità sia fatta con le tasse che debbo pagare e che d'ora in avanti non pagherò avendo trovato un metodo legale per non pagarle. Non voglio più pagare delle tasse per contribuire al mantenimento di questi invasori, per di più islamici. Voi pretacci, a cominciare dal papa, state favorendo l'invasione islamica con un governo cattofalsocomunista.
Voi non avete nemmeno testa per prevedere il futuro peggiore che state preparando anche contro la Chiesa. Vivete nella confusione deleteria tra morale e diritto. Ignoranti teste di cazzo. "E cortesia fu lui esser villano" (Dante, Inferno, XXXIII, 150)

Eva de Molay ha detto...

Le faccio i complimenti per la degna risposta che ha dato a questo prete. Quanti soldi spende il Vaticano per accogliere gli invasori? Stanno sempre a dirci cosa dobbiamo fare, fanno leva sui sensi di colpa per inchiappettarci con la loro lurida carità di cui si fanno portavoce, e si prendono i meriti ma sempre a spese nostre. Anche io mi sto attrezzando per evitare, per quanto possibile, di farmi spremere per sovvenzionare questi parassiti. Ma quando si è lavoratori dipendenti, poco si può fare, legalmente. Fossi una libera professionista non ci penserei un attimo prima di sloggiare fiscalmente in posti dove la pagnotta o te la sudi o vai affanculo. Smettere di sovvenzionare lo stato ladrone è l'unico modo per salvarci. Gli invasori sono molto più furbi del beopopolo italico, e vengono qui perchè sanno che c'è la manna dal cielo. Ma una volta finiti i soldi, finirebbero anche gli sbarchi.

Pietro Melis ha detto...

La Chiesa cattolica campa sopratutto con l'8 per mille che secondo me è illegittimo anche se incluso nella revisione dei Patti Lateranensi voluta da Craxi. Illegittimo perché se uno lo dà in alternativa allo Stato ladrone, questo Stato lo usa anche per mantenere questi invasori. A parte ciò, l'8 per mille avrebbe un senso se in alternativa uno potesse tenerselo per sé senza darlo ad alcuno. Infatti chi lo dà allo Stato si suppone che lo dia a tutti. Mentre da chi lo dà alla Chiesa o ad altre organizzazioni chiesastiche (come la Chiesa evangelica) io non ho alcun ritorno. La Chiesa dovrebbe mantenersi con le libere offerte dei cattolici. Allora si vedrebbe quanti siano i veri cattolici. Ecco un'altra grave confusione tra morale (offerta alle Chiese) e diritto.