mercoledì 21 marzo 2018

SALVINI: ECCO CHI E' CHI SI DICE VINCITORE ALLE ELEZIONI


ECCO DOVE FINIAMO...



AL 17% IL PEGGIOR NEMICO DEGLI ANIMALI . GRAZIE POPOLO!!!
E LUI RAGIONA COME AVESSE IL 55%! IL MONDO VENATORIO ESULTA!!!
HABEMUS PAPAM!!!  

E’ GUERRA aperta tra Salvini e gli Animalisti.





Salvini e gli animalisti
Salvini mentre addenta uno spiedino di carne di orso, provocando le ire degli animalisti

DA NON  DIMENTICARE: ALLEATO CON GLI ANIMALISTI “BERLUSCONIANI” CHE HANNO TOPPATO. SI PARLAVA DI UN POTENZIALE 5% E ABBIAMO VISTO COME È FINITA. ALTRO CHE DUDU’: UN DISASTRO!  


E ANCHE ALLEATO CON LA MELONI CHE CANDIDA I GRANDI AMICI DELLA CACCIA
BERLATO E CARETTA E POI MOLLA LA PATACCA DELLA TOLLERANZA ZERO PER CHI MALTRATTA GLI ANIMALI


CI SIETE CASCATI? MAI SORPRENDERSI!!!

E POI C’ERA QUESTO ... RICORDATE? VI RINFRESCHIAMO LA MEMORIA?

MELONI E LA CACCIA

Giorgia MeloniDurante la presentazione romana delle liste europee, Giorgia Meloni (Presidente di Fratelli d'Italia), insieme al responsabile della Commissione caccia della Direzione Nazionale di AN – FdI, Augusto Palmarini, ha incontrato una delegazione di cacciatori, i quali hanno fatto presente la difficile situazione venutasi a creare nel tempo con l’applicazione della legge 157/92, che ha fortemente penalizzato l’attività venatoria. La delegazione ha avanzato delle precise richieste di revisione, accolte dalla Meloni: revisione dei tempi di apertura e di chiusura della caccia; allargamento delle specie cacciabili; verifica, della percentuale del territorio interdetto all’attività venatoria che supera di gran lunga quanto stabilito dalla normativa vigente ( massimo il 30% del territorio); modifica sulle modalità con le quali effettuare le tradizionali cacce migratorie. "Ho accolto le giustificate richieste di quei cittadini - scrive la Meloni - ricordando proprio che i gruppi del MSI-DN coerentemente si opposero all’approvazione della legge 157/92, ma che i loro sforzi furono vanificati da un iter parlamentare molto breve, a causa dell’imminente scadenza di quella legislatura. Attualmente la revisione di quella legge, a mio avviso, è necessaria ed urgente tenuto conto che sono trascorsi oltre 20 anni dalla sua approvazione e che la stessa risulta essere la più restrittiva d’Europa".

"Viste le flessioni di carattere economico registrate nel settore e le negative conseguenze che si sono avute anche nel commercio, nell’artigianato e nell’industria, - scrive ancora Meloni - concludo dando la mia piena disponibilità ad impegnarmi concretamente per la revisione della legge sopra citata, nei termini previsti dalle direttive europee, che potrebbero soddisfare le richieste dei cacciatori, e conseguentemente ridare fiducia ai settori produttivi interessati, in grave crisi economica, in riferimento al mantenimento dei livelli occupazionali fortemente penalizzati dalla legge attualmente in vigore".

Giorgia Meloni (FDI) scrive ai cacciatori "necessarie modifiche alla 157/92" - BigHunter 




7 commenti:

Gatta Vegana ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Ambientalisti contro contadini, la guerra al lupo divide Bolzano.

«Abbattiamo i lupi, sono pericolosi» Ma gli scienziati: ucciderli è inutile.

USA, lo Stato del Wyoming valuta la ripresa della caccia agli orsi grizzly nell’area dello Yellowstone.

DAVIDE CASALEGGIO SI SCHIERA PER L’ABOLIZIONE DELLA CACCIA.

Professore, auspico un Suo intervento a favore del Lupo, che si vede costretto ad attaccare il c.d. bestiame per via della diminuzione delle prede naturali (uccise per divertimento dai cacciatori) e della riduzione degli habitat.

Aizen ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Pietro Melis ha detto...

Questo volgare individuo (che usa lo pseudonimo Aizen) di cui ho voluto evidenziare la cancelazione invece di evitare di pubblicarla sparisca per sempre da questo blog perché non sono ammessi insulti, anche se non erano diretti a me ma riferiti ai precedenti commenti. Volgare a tal punto da fare schifo. Via per sempre.

zuiano ha detto...

il problema è che questo è uno zoticone, pensa che per essere uomini bisogna essere brutali, non capisco perchè odia tanto i suoi simili zulù

Freeanimals ha detto...

Prof. Melis, io e lei abbiamo un'età che ci permette di ricordare come, alla fine del secolo scorso, la situazione era identica, con una D.C. un P.S.I. e un P.C.I. solidali nel favorire la lobby dei cacciatori. E ai più grossi partiti si accodavano tutti gli altri. Unica eccezione il Partito Radicale di Pannella, che svolgeva il compito di catturare l'elettorato anticaccia. Abbiamo visto, poi, con la Bonino, che fine abbia fatto quel partitucolo.

Poiché le elezioni e il teatrino della politica nel complesso sono una colossale presa in giro, non vale la pena crucciarsi troppo se Salvini e Meloni si arruffianano i cacciatori. Sarebbe andata così comunque, anche se al posto loro ci fossero stati altri politici d'opposizione, compresi gli ormai estinti Verdi.

L'unica strada è l'azione diretta, con le conseguenze giudiziarie che ne conseguono. Io ho fatto, in passato, la mia parte. Ora ho smesso, ma non biasimo le nuove generazioni di animalisti che rifiutano le rischiose azioni di disturbo ai cacciatori.
Sembra non esserci via d'uscita dal male e io ho smesso da un pezzo di credere nel progresso morale dell'umanità.

Anonimo ha detto...

L'antropocentrismo è radicato a livello antropologico. In altre parole, molti umani sono irrimediabilmente perversi.