sabato 27 dicembre 2014

GOVERNO CRIMINALE. RENZI E ALFANO I PRIMI DEGNI DI ESSER FATTI FUORI

Inviato a sito@angelinoalfano.it
Continua la serie di invasioni nonostante MAFIA CAPITALE. Il criminale Renzi continua ad ignorare le invasioni. Sembra che per lui non esistano nemmeno. Ne tace completamente. Peggio di lui (su questo punto) il traditore Alfano, una lurida figura che, costituito un nuovo partito (dato nei sondaggi al 3%) senza essere passato per nuove elezioni, e dopo avere commesso un parricidio nei confronti di Berlusconi (senza il quale oggi sarebbe un signor nessuno),  tiene in piedi questo governo criminale. Aveva detto che dopo ottobre sarebbe entrato in funzione l'accordo con Frontex e sarebbe finito il Mare Nostrum (la follia inventata da quella nullità di Enrico Letta). L'accordo prevedeva che le navi militari italiane non si sarebbero spinte oltre i 30 km dalle coste italiane. Invece queste navi vanno prendere gli invasori a 30 km dalle coste della Libia e dell'Egitto. Nel 2014 sono stati portati in Italia più di 170 mila invasori. L'Italia trasformata nella pattumiera dell'Africa. Perché non si tratta soltanto di arabi provenienti dalla Siria, ma di negri provenienti anche dal centro Africa, da Paesi che non si trovano in stato di guerra. Si tratta di rifugiati economici, che, come pure i rifugiati di guerra, non possono richiedere un diritto d'asilo in base alla Convenzione di Ginevra . Questo governo criminale non si è nemmeno posto la domanda se vi sia un limite demografico ed economico all'accoglienza di questi invasori, per di più nella maggioranza islamici, in un territorio, come quello italiano, già sovraffollato nei suoi 301 mila kmq, con conseguente aumento della criminalità. Ognuno di essi costa per il mantenimento più di 1000 euro al mese, a parte i benefici che hanno quotidianamente, riscuotendo personalmente 20 euro al giorno, più ricariche telefoniche e sigarette. Il Paese di Bengodi, dove esistono pensioni di vecchiaia che non raggiungono i 500 euro al mese, i disoccupati, i senza tetto e sei milioni di poveri. La colpa è anche di un popolo di indigenti che non si ribella a questo governo criminale a cui dovrebbero domandare di essere equiparati agli invasori per quanto riguarda il costo del loro mantenimento. I licenziati di Meridiana hanno avuto una buona uscita di 15.000 euro e poi basta. Ciò significa che hanno avuto poco più di 1000 euro al mese per un solo anno e poi basta. E lo Stato non interviene a favore dei licenziati. Essi valgono meno degli invasori dall'Africa. Peggio per loro che non si ribellano contro questo governo criminale. Ci vorrebbero le BR per far fuori almeno qualcuno di questi criminali al governo, a cominciare da Renzi e Alfano. Le TV considerano questi invasori come rifugiati e vanno sempre vantando i meriti dell'accoglienza. Così viene plagiata la mente degli imbecilli. Perché questi invasori non ci provano nemmeno a sbarcare in Spagna, mentre sarebbe più facile arrivarvi partendo dal Marocco? Perché sanno che verrebero respinti anche con le armi. Perché non provano a sbarcare in Grecia, più vicina alla Libia? Perché sanno che verrebero respinti. Vengono in Italia perché sanno che in Italia manca un governo che voglia contrastare l'invasione facendo una cintura di navi militari di fronte alle coste africane per impedire l'avanzata dei barconi. Questo è anche il risultato di ciò che volle un altro criminale che è Napolitano, che spinse il riluttante e fallimentare Berlusconi (senza coglioni) a partecipare al vigliacco bombardamento della Libia senza la minima capacità di prevederne le conseguenze. Dopo Gheddafi infatti la Libia è senza governo, preda di lotte intestine. Putroppo in Italia, oltre a questo governo criminale, abbiamo un'altra disgrazia che si chiama Vaticano, con un papa scriteriato che sta rovinando la Chiesa. Andò a Lampedusa fungendo da richiamo per altre future invasioni, anche islamiche, ma senza partecipare al mantenimento degli invasori. Se non si manda in rovina al più presto questo governo criminale con nuove elezioni e non vince una destra con a capo Salvini, con la conseguente uscita dall'Unione Europea (e dunque dall'euro) siamo veramente perduti.             

5 commenti:

ancor ha detto...

Ci vorrebbero delle persone forti, intelligenti, decise e con i giusti attributi(ma quanti ce ne possono essere in questa nazione di invertebrati?). Ci stiamo approcciando inesorabilmente alla canna del gas. Ma fino all'ultimo, il gregge pensa che va a fare una scampagnata. Quei maledetti traditori della patria che ci "governano" non vedono l'ora di aprire il rubinetto. Ma le cose possono sempre cambiare, state attenti, che dopo il ridere viene sempre il piangere!

Sergio ha detto...

Il plagio delle coscienze comincia con l'uso distorto delle parole: siamo di fronte a una vera e propria invasione che è solo agli inizi. Potrebbero arrivarne anche milioni e dovremo accoglierli perché così vuole il papa, così vogliono i traditori della patria dell'ex sinistra attualmente al governo, così vogliono i capoccia dell'UE. Dicono che i nuovi arrivati sono una risorsa, contrasteranno l'invecchiamento della popolazione italiana che di figli non ne fa più o troppo pochi. Eppure l'Italia, anche se ha ceduto parte rilevante della sua sovranità, è ancora un paese con frontiere chiare e riconosciute. Ha persino un esercito che dovrebbe innanzi tutto difendere il territorio nazionale. Nascono persino nuovi paesi, altri (Russia e Ucraina) sono ai ferri corti per qualche chilometro quadrato di territorio, ringhiano e sparano).
A cosa serve l'esercito italiano? A contribuire al mantenimento del Nuovo Ordine Mondiale (Napolitano dixit) al seguito degli Americani che bombardano mezzo mondo (e dove arrivano non li sloggi più: sono ancora, non solo in Giappone Corea del Sud e Italia (v. Camp Derby), ma anche in Iraq (sono costretti di nuovo a bombardare poverini), Afghanistan (dopo il ritiro resteranno 12'000 americani per ogni evenienza). Volevano andare anche in Siria, in attesa di sbarcare in Libia per mettere ordine.
Migranti, accoglienza, tenerezza: le parole improprie che plagiano gli italiani. Alcuni italiani chiamano fascisti e razzisti altri italiani non così ben disposti come loro verso i disperati che ci invadono e ricattano. L'Italia è allo sfascio e deve farsi carico di milioni di altri poveri. Che non bussano alle porte della Cina, dell'India o della Russia o dell'Australia.
I traditori della patria dovrebbero essere fucilati.

Anonimo ha detto...

Siamo alla frutta, ormai.
L'altro giorno un sindaco del bergamasco si è giustamente rifiutato di concedere 65 euro al giorno per una delle tante cosiddette rifugiate, e minorenne, che vive nel suo comune.
Da notare che a batter cassa al comune è stata una associazione no profit (su cui no profit c'è molto da ridire), che si sarebbe presentata per avere questi 65 euro da girare poi alla "povera" ospite.
Dunque, oltre alla follia di questo governo che sta uccidendo i suoi cittadini, anche il giro losco di queste associazioni che sono tutt'altro che no profit.
Siamo l'unico paese di mentecatti che si perita di ospitare questi invasori e gli stende il tappeto rosso....li andiamo perfino a prendere, come se uno andasse a casa di un bandito e gli desse le chiavi di casa sua perché possa entrarci meglio!
Mia madre prende 460 euro al mese....sapere che questi nullafacenti prendono dai 30 ai 40 euro al giorno in media, mi fa vomitare!
Ma siamo veramente un popolo di stronzi, perché non sappiamo ribellarci.
Cosa sta succedendo agli italiani? Si sono fatti plagiare a tal punto?Cos'è questo buonismo imperante?
Guai poi a dire che sono invasori! La tiritera è sempre la solita, di noi italiani che siamo partiti agli inizi del 900 con la valigia di cartone per andare all'estero....eh si, ma gli italiani sono andati a lavorare.
Vorrei anche aggiungere che chi partiva per andare in America O in Canada o in
Australia,
doveva dimostrare di andare là con già un lavoro che lo aspettava nella terra che lo ospitava.

Cecilia.

Pietro Melis ha detto...

E gli italiani andavano da piccoli spazi già sovraffollati verso grandi spazi (Americhe e Australia). Ora sta avvenendo il contrario. E i disonesti non lo dicono.

Unknown ha detto...

Sono perfettamente d'accordo con tutti voi, a prescindere da immigrati, questo e un governo che avalla mafiosi pesanti che oramai mettono mano su ogni cosa, compreso il popolo più umile