lunedì 29 dicembre 2014

UN TRIBUNALE ARGENTINO HA SENTENZIATO CHE DEVE ESSERE LIBERATO UN ORANGO PERCHE' HA UN'ANIMA. E LE MANDRIE ARGENTINE NON L'HANNO?

Un tribunale argentino ha sentenziato che l'orango  ha un'anima perché è dotato di sentimenti e capace di decisioni.

  1. Orango liberato dallo zoo in cui viveva da 20 anni. Il ...

    www.huffingtonpost.it/.../orango-liberato-zoo-in-cui-viveva-20-anni_n_...
    22 dic 2014 - È quanto ha stabilito un tribunale di giustizia argentino che ha deciso di liberare un orangotango, vissuto per più di vent'anni in uno zoo, e di . 
    Si sa che l'Argentina (patria che si merita l'attuale papa) è il Paese maggiore produttore di carni, con le famose pampas in cui vivono mandrie di buoi destinati a diventare bistecche. Ma evidentemente per questo tribunale argentino i buoi non hanno anima. Sembra che la distinzione sia fondata unicamente su questo: gli animali mangiabili non hanno anima, mentre quelli non mangiabili l'hanno. Un tribunale come questo è formato da idioti. Infatti ha implicitamente escluso che gli animali mangiabili siano dotati di sentimenti e siano capaci di decisioni. Una sentenza nettamente antropomorfica. Poiché le scimmie appartengono ai primati, di cui fa parte la specie homo, si stabilisce che solo essi abbiano un'anima. E perché non aggiungere allora che anche le scimmie potrebbero avere un'anima immortale? Io penso che non solo le scimmie, ma anche tutti gli animali, abbiano un'anima migliore di quella di molta umanità. Infatti persino i predatori sono migliori di quasi tutta l'umanità se essi uccidono solo per necessità di sopravvivenza e non per crudeltà, di cui è capace solo l'uomo. Una umanità peggiore degli insetti nocivi, che non sanno di essere nocivi. 
Comunque, è stato fatto un primo passo. Adesso attendiamo che il papa argentino ci dica che esiste il paradiso delle scimmie. Ma sarà un paradiso distinto da quello degli uomini? O vi sarà anche in paradiso una discriminazione tra uomini e scimmie? Che le scimmie debbano avere un'anima anche immortale dovrebbe essere dimostrato da questo video, che sta facendo il giro del mondo.

  1. Gesto eroico di una scimmia rianima l'amica folgorata

    www.lastampa.it/2014/12/22/...di-una-scimmia-salva.../pagina.html
    22 dic 2014 - Ma un'altra scimmia non vuole arrendersi e inizia a cercare di rianimarla ... Un esempio di amicizia e solidarietà che fa impallidire l'indifferenza ..
Il cardinale Ravasi, persona di ampia cultura, che avrei preferito come papa al posto di  questo papa ignorante che fa prediche da parroco di campagna, pose un titolo interessante (o scherzoso?) ad una mia lettera-saggio pubblicata su Il Sole24Ore.

  1. anche le formiche nel loro piccolo hanno un'anima (peraltro immortale)

    pietromelis.blogspot.com/2012/.../anche-le-formiche-nel-loro-piccolo.ht...
    13 feb 2012 - Il «Fermoposta» di domenica 29 gennaio sull'uccisione degli animali a finalità commestibile ha generato uno sciame di reazioni disparate, ora ...

    Il dilemma dell'onnivoro - Il Sole 24 Ore

    www.ilsole24ore.com/art/...02.../dilemma-onnivoro-081834_PRN.shtml
    12 feb 2012 - Quest'ultima, infatti, ha elaborato una sua concezione della natura, .... Anche le formiche nel loro piccolo hanno un'anima (peraltro immortale

4 commenti:

Ausel Pereira ha detto...

Mi meraviglia che un esponente della gerarchia ecclesiale dica che l'anima è immortale. a prescindere dal possesso o meno da parte degli animali. Anima e spirito non sono la stessa cosa neppure per la Chiesa cattolica e per la teologia, anche se i due termini vengono usati indifferentemente. In effetti, discorsivamente si possono usare indifferentemente, anche teologicamente; ma, per restare su di un terreno pratico, i fatti stanno così: lo spirito è eterno, l’anima no. Lo spirito è creato da Dio, è emanazione di Dio, non ha fine, non si distrugge con la morte. L’anima si distrugge (non subito, comunque, può durare anche molti anni).

Pietro Melis ha detto...

L'anima si distrugge(non subito, comunque, può durare anche molti anni)".
Ma che ne sa lei dell'anima? L'ha mai vista? Fantasia che galoppa. Ma smettiamola.

Ausel Pereira ha detto...

Di seguito solo alcune riflessioni senza lo scopo di entrare assolutamente in polemica con chicchessia , non sono un accademico. Non si approderebbe a niente, ognuno rimarrebbe con le proprie convinzioni. Tanto non ha importanza credere o non credere o negare o affermare l'esistenza di queste cose. Alla fine ciascuno se ne renderà conto oppure non ne saprà niente, l'importante è vivere secondo sani principi universali come per esempio il non fare agli altri ciò che ragionevolmente non vorresti che fosse fatto a te o viceversa, Quindi se l'uomo non riesce a mettere sotto il vetrino l'oggetto di studio , se non riesce a toccare a vedere a percepire con i sensi , dice che questo non esiste. Eppure ci sono cose astratte , aspetti della vita soggettiva , le nostre qualità astratte che sono oggettivamente rilevabili in tutti e quindi apprezzabili al pari di qualsiasi misurazione fisica.Il desiderio influisce sugli ormoni, la paura agisce sui visceri, la felicità ti fa battere il cuore più forte, se sei in ansia dormi male , se ti arrabbi sale la pressione arteriosa. L'amore per esempio ha varie forme e tutti ne fanno esperienza eppure anche esso è invisibile al microscopio. Poi ci sono anche le malattie psicosomatiche e psicologiche che hanno ricadute sul corpo . L'anima quindi potrebbe far parte di queste cose che pur essendo astratte sono oggettivabili. Comunque la smetto. Cordialità da un suo lettore.

Pietro Melis ha detto...

Lei scrive bene, da buon poeta. Ma è solo poesia dettata da sentimenti e non da una ragione obiettiva.