mercoledì 7 gennaio 2015

L'EUROPA DELL'UE SI MERITA LA MERDA MUSULMANA CHE HA FATTO ENTRARE. ECCO I RISULTATI DELLA POLITICA DELLA SOCIETA' MULTICULTURALE E MULTIRAZZIALE. ALLAH E' GRANDE MERDA

Inviato a Unione delle Comunità Islamiche d'Italia UCOII (info@ucoii.org)

Parigi, assalto al giornale satirico: 12 morti
I killer: Allah è grande 

Si sa che per questa merda di musulmani i cani e i maiali sono animali immondi. Come risposta bisogna portare dei cani e dei maiali a pisciare e a cagare intorno alle moschee per rendere per sempre immondo il terreno circostante su cui sorgono questi covi di propaganda islamica, che dovrebbero essere chiusi. Riporto dal blog amico:Freeanimals: Calderoli ha fatto scuola

 Vado scrivendo da molti anni che il Corano è la più grande disgrazia della storia. Ma vi sono quegli scellerati che per disonestà (malafede) o ignoranza distinguono ancora tra musulmani estremisti e musulmani moderati. Questa distinzione è una vera sciagura. Ripeto qui alcuni miei commenti lasciati al quotidiano Il Giornale

Purtroppo vi sono individui scriteriati di cui è piena anche l'Italia. Individui ignoranti che non hanno mai letto quella merda di libro che è il Corano. Altrimenti capirebbero che sono proprio i cosiddetti estremisti gli unici  fedeli esecutori delle norme pazzesche del Corano. In ogni musulmano vi è un potenziale assassino altrimenti non è un vero musulmano. E non vi è mai stata una protesta di piazza dei cosiddetti musulmani pacifici contro i cosiddetti estremisti. Questo significa che vi è una tacita connivenza in ossequio al dettato del Corano che ordina ai musulmani la dissimulazione nei Paesi non islamici sino a che monti il numero dei musulmani per la presa del potere.

Marine Le Pen che apre verso gli arabi di Palestina. Un'altra delusione. Gli arabi sono solo invasori della Palestina. La storia non si dimentica. Gli ebrei furono privati di una terra su cui ebbero un regno millenario. Altrimenti bisogna arrivare all'assurdo che il diritto è fondato unicamente sulla forza. E allora mi domando: quanti anni debbono passare perché un'invasione diventi titolo di proprietà? La Palestina è ebraica. Se lo mettano in testa tutti gli arabi, invasori a partire dalla morte di un pazzo chiamato Maometto. La Palestina faceva parte dell'impero bizantino. Ma andando all'origine anche l'impero romano (di cui quello bizantino fu erede) espropriò gli ebrei della Palestina e del loro Stato. Che crede di guadagnarci la Le Pen? Vuole il voto degli arabi? Si occupi piuttosto del voto dei pochi ebrei, che sono pur sempre una potenza, e così fugherà le possibili accuse di antisemitismo. Occuparsi degli arabi dopo ciò che sta succedendo significa votarsi ad una sconfitta.

Maledetta ignorante min(i)estra avvelenata Boschi che ha definito Blasfemia contro la religione l'attentato. Al contrario, è blasfemo chi da ignorante non conosce il Corano, ispiratore di tutti gli attentati. Non lo si vuole capire affatto. Sempre per rispettare i principi di una falsa sinistra cavallo di Troia dell'invasione islamica. Ho detto che il Corano è merda. In realtà è peggio della merda, che potrebbe servire come concime.

Le vignette anti Islam di Charlie Hebdo

 

15 commenti:

marcus ha detto...

Condivido la sua opinione. Non essendo un razzista (ma nemmeno lei), anzi ritengo che solo dall'unione e dal confronto possa scaturire il progresso scientifico, sociale ecc..., non capisco come l’occidente posso ammettere in casa masse di invasori islamici che sarebbero i veri nemici del progresso, volendo soltanto mantenere intatta la propria identità religiosa, razziale ecc... Tuttavia si vuole imporre il rispetto della diversità religiosa ma non il rispetto della legalità.

Spesso lo straniero educato ed istruito nell'ambito di una società occidentale, ne diventa il più convinto paladino e sostenitore. Allo stesso modo alcuni occidentali che hanno scelto (massa di sconsiderati impostori, non potendo fare a meno di tutta la tecnologia occidentale) si rivelano invece i peggiori islamici taglia gole.

MaomettoGay ha detto...

Dopo qualche decina di sure e dopo aver letto la considerazione che viene data alla donna posso solamente dire che il corANO è merda! E' stato scritto da qualche invasato impotente con la sindrome del cazzo piccolo e moscio. Maometto probabilmente era un microdotato con una miriade di complessi, omofobo, xenofobo ma con una discreta parlantina e fantasia. La sua perversione ha partorito la cosa più disgustosa e insensata di tutti i tempi. Spero in una epurazione di massa.

Anonimo ha detto...

Non sono credente, e dei crocifissi nelle scuole o negli ospedali se ne può fare a meno.
Ma non tollero che questi invasati pazzi isterici vengano ad IMPORRE con la forza e la violenza la rimozione. Lo dico perché parto da un semplice dato di fatto: se NOI andiamo a casa loro siamo obbligati a seguire le loro regole, pena la galera o la morte.
Dunque, perché gli altri che non sono islamici dovrebbero piegarsi a loro?
Io la vedo brutta: il numero di questi invasori cresce ogni ora di più, basti solo pensare al numero di gente che ci stiamo mettendo in casa CONTROVOGLIA per seguire i dettami della UE.
Quando questi saranno cresciuti ulteriormente di numero, è facile intuire lo scenario che si verrà a creare: si organizzeranno tra loro simili per imporre le loro leggi, magari a qualche scellerato verrà anche in mente di dargli una rappresentanza in parlamento (per avere voti), e lì siamo fregati, perché avranno non solo la loro legge dalla loro parte, ma perfino la nostra.
Attenti, italiani, che i vostri figli hanno la vita segnata, verranno cacciati da scuole, case, posti di lavoro.
E se li difendete vuol dire che siete pazzi o scemi.
Cecilia.

marcus ha detto...

Mi correggo:
Spesso lo straniero educato ed istruito nell'ambito di una società occidentale, ne diventa il più convinto paladino e sostenitore. Allo stesso modo alcuni occidentali che hanno scelto (massa di sconsiderati impostori, non potendo fare a meno di tutta la tecnologia occidentale) *di aderire all'islam* si rivelano invece i peggiori islamici taglia gole.

Pietro Melis ha detto...

Che avvenga una bella strage anche in Italia per svegliare questi stronzi che votano per la falsa sinistra dando ascolto ai disonesti che parlano di integrazione. Il Corano è peggio del Mein Kampf di Hitler. Ma non lo si vuole capire e lo si vuole ignorare continuando a distinguere tra moderati ed estremisti, pur non esistendo un Corano moderato. Ci maca poi un imbecille di papa che cerca il dialogo interreligioso.

ancor ha detto...

@ Cecilia
Guardi che ce l'abbiamo già un mentecatto idrofobo marocchino in parlamento, un certo Khalid Chaouki del PD(pedé) è riuscito in Quinta Colonna, con la sua ossessiva e assatanata giaculatoria, a zittire addirittura l'altra assatanata della Santanché, che in fatto di menar il can per l'aia e dire cazzate è una numero uno.

Stefano S. ha detto...

Cito: "Ma vi sono quegli scellerati che per disonestà (malafede) o ignoranza distinguono ancora tra musulmani estremisti e musulmani moderati. Questa distinzione è una vera sciagura."

Concordo che vi sia un'enorme ignoranza in merito al corano (se dovessi cercare una ragione, sarebbe la mancanza di un corso di storia delle religioni al posto del catechismo di stato imposto durante l'ora di religione nelle scuole superiori). D'altronde la stessa ignoranza sembra predominante anche nei confronti dei testi "sacri" del cristianesimo (vecchio e nuovo testamento), per non parlare dell'ignoranza abissale sul profilo storico e filologico dell'interpretazione dei testi, favorita dalle chiese in quanto tale conoscenza diffusa sarebbe naturalmente controproducente ai fini della diffusione della religione.

La maggior parte dei politici d'altronde non è interessata alla verità di una religione, ma piuttosto alle relazioni con i poteri rappresentati da essa, che a loro volta dipendono dalla convenienza politica e dalle logiche di appartenenza a una certa fazione politica o ideologica, quindi le loro dichiarazioni vanno sempre interpretate secondo quella chiave.

Concordo tendenzialmente anche sul fatto che un'interpretazione "storica" e pertanto corretta del corano giustifica e incoraggia la violenza su "infedeli" (appartenenti ad altre religioni o atei). Però è anche vero che il testo "sacro" viene interpretato in funzione dei tempi, quindi l'interpretazione (anche se incoerente con il messaggio originario) può comportare un rinnego della violenza incoraggiata nel testo. Ciò che si ottiene è un "islam" annacquato, ma lo stesso si può dire per tutte le religioni che vanno verso un processo di "evoluzione" storica dove l'"intepretazione" svolge un ruolo determinante, anche quando contraddice esplicitamente il messaggio originario (anche se i sostenitori di tale interpretazione lo negheranno, più o meno ipocritamente).

Quindi secondo me può esistere una distinzione tra islamisti moderati ed integralisti: i "moderati" accettando una visione della loro religione in qualche modo "infedele" al messaggio storico, ma più congruente alla convivenza con la civiltà occidentale; gli "integralisti" adottando una visione più integralista e legata asd una interpretazione più diretta del testo. Il fatto che il testo stesso sia pieno di contraddizioni interne poi non aiuta l'adozione di una interpretazione univoca (da sempre l'ambiguità dei testi sacri, e la loro incoerenza, è funzionale alla trasmissione del messaggio che si vuole favorire, qualunque esso sia).

Dal punto di vista della civiltà occidentale, l'opzione migliore (nel senso di meno peggiore, se con l'islam dobbiamo conviverci nel nostro territorio) è quella di favorire il punto di vista "moderato", rinnegare esplicitamente tutte le interpretazioni (probabilmente più fedeli al testo) che favoriscono un atteggiamento di violenza, ed enfatizzare la componente laica dello stato alla base della sua concezione.

Il fatto che vi sia in atto una prevaricazione demografica islamica basata sull'immigrazione è un'altra forma di violenza (ipocritamente favorita dai governi europei) ma quello è un discorso a parte.

Pietro Melis ha detto...

Quante volte debbo ripetere che il Corano, al contrario della Bibbia (scritto da uomini e perciò adattabile ai tempi successivi) è ritenuto essere stato dettato direttamente da Allah tramite l'arcangelo Gabriele? Si tratta di un libro eterno non modificabile nei suoi contenuti. Contenuti da pazzi. I moderati sono solo dei falsi islamici. Punto e basta.

Stefano S. ha detto...

"il Corano, al contrario della Bibbia (scritto da uomini e perciò adattabile ai tempi successivi) è ritenuto essere stato dettato direttamente da Allah"

Ma anche i vangeli e il vecchio testamento sono ritenuti essere opera "rivelata" e quindi ispirata dall'ipotetica deità, o no? Esattamente come nel corano i testi "rivelati" dicono tutto e il contrario di tutto, quindi a secondo di cosa si seleziona e/o di come lo si interpreta si può giustificare qualsiasi cosa determinata a priori (ma questo è qualcosa che un religioso devoto non avrà mai l'onestà intellettuale di ammettere).

Da "profano" dello studio delle religioni non colgo quindi la differenza tra cristianesimo e islamismo da questo punto di vista, in quanto entrambe sono religioni "rivelate" e quindi suppostamente ispirate in modo più o meno diretto da una deità personalistica.

In secondo luogo: probabilmente i musulmani realmente praticanti sono una minoranza, allo stesso modo dei cristiani praticanti e "convinti".
Molti genitori in Italia (persino atei) decidono di dare un'educazione cattolica ai figli, per una questione di conformismo e di tradizione, ma i cristiani/cattolici praticanti e convinti sono una minoranza. Personalmente ho conosciuto molti musulmani solo di nome, che non potendo rinnegare la loro religione per ovvi motivi (discriminazioni enormi sociali e lavorative nel paese locale e nella comunità locale immigrata) semplicemente ne rispettano superficialmente i riti e le apparenze senza che ci sia una reale adesione intellettuale. Tuttavia tali persone si identificano culturalmente con l'islamismo, anche se non sono musulmani praticanti.

Quindi per me si può parlare di un islam moderato, nella misura che esso viene praticato solo superficialmente e per una questione di convenienza, di conformismo, e di tradizione. Tale forma di religiosità superficiale non può essere ritenuta da sola la causa di gesti di terrorismo.

Pietro Melis ha detto...

Legga o rilegga il mio florilegio del Corano. E' inutile continuare a discutere se i cosiddetti moderati non ripudiano tutte quelle tremende frasi.

Stefano S. ha detto...

"È inutile continuare a discutere se i cosiddetti moderati non ripudiano tutte quelle tremende frasi."

Naturalmente non posso che concordare.

Ma questo ripudio implica una visione non "integralista" e non fedele al testo, che potrebbe essere cioè ammessa solo da un islamista, appunto, "moderato".

Pietro Melis ha detto...

L'islamico moderato è un falso islamico. Non può fare di testa sua togliendo le frasi in contrasto con la moderazione. Sarebbe ripudiato dagli iman.

Carmine de pascale ha detto...

abbiamo il dovere di svegliarci, fare qualcosa, parlarne molto, proprio per istruire gli stupidi superficiali sulle pericolosità di questa invasione, un tempo osteggiata da tutti!!!

Anonimo ha detto...

Fuori. Da Europa islam è merda e sottosviluppo.mandarli a casa con la. forza

Anonimo ha detto...

Concordo siamo una cultura ed una società Geneticamente recessive non siamo in grado di resistere a un attacco di questo tipo L'unica soluzione è espellere questo virus per non esserne distrutti