martedì 7 marzo 2017

CHE FACCIA TOSTA!

Vi ricordate di Enrico Letta? Colui a cui il Bomba disse "stai sereno" prima di farlo fuori per prendere il suo posto. Ebbene, costui, dimessosi dal parlamento è andato a insegnare in Francia (non so in che lingua) all'Institut d’Etudes politiques de Paris. Vi è da pensare che il suo insegnamento sia positivo solo pensando che sia vero e si faccia il contrario. Ha detto poco fa alla trasmissione Di martedì (La7) che bisogna che l'Europa stia unita altrimenti la sua popolazione tra poco sarà un ventesimo della popolazione mondiale. Che cosa c'entri l'unità d'Europa con il pericolo che la sua popolazione diventi un ventesimo della popolazione mondiale lo capisce solo lui. Proprio lui che con l'invenzione del "mare nostrum" sta africanizzando l'Italia. "Uno di quelli che quando non contano più niente hanno la pretesa di insegnare che cosa fare" (Travaglio). Miliardi di euro che ogni anno vengono buttati per mantenere una massa di invasori, con un'invasione che avviene quasi ogni giorno. L'Italia è l'unico Stato che usa le sue navi (oltre che quelle straniere) per farsi invadere. I barconi si allontanano di poche miglia dalle coste della Libia e poi con i telefoni satellitari chiedono di essere soccorsi. In questo modo si incoraggiano successive invasioni. Mentre gli altri Stati europei hanno ormai innalzato muri e non vogliono essere invasi da coloro che hanno invaso l'Italia. Miliardi che vengono sottratti ad una politica di investimenti e di aiuti sociali ad almeno 4 milioni di italiani al di sotto del livello di povertà e a coloro che  stanno appena sopra il livello di povertà. Questi invasori falsamente vengono chiamati clandestini. Li si chiamino ILLEGALI. Clandestini sono quelli che si introducono di nascosto in un territorio, per esempio nascondendosi in un mezzo di trasporto per entrare in uno Stato, tanto più se vi si introducono senza documenti. Ma questi invasori non sono clandestini. Come possono esserlo se sono le stesse navi italiane o straniere a scaricarli in Italia? Sono peggio dei clandestini. Sono degli illegali che il buonismo umanitario trasforma in legali. Essi sono diventati ormai la fonte di una speculazione da parte di cooperative che ricevono 35 euro (si dice) al giorno per ogni "migrante" nullafacente e mantenuto con le nostre tasse nei cosiddetti centri di accoglienza. Se tanto si spendesse per ogni italiano che vive al livello di povertà!  Abbiamo un governo criminale che non ha voluto impedire che in Italia nel 2016 venissero dalla Libia 186.000 invasori, molti di più che nel  nel 2015 quando furono 153.000. Dove si vuole arrivare? Gli scellerati buonisti o disonesti della falsa sinistra (traditrice della classe operaia) dicono che i "migranti" sono coloro che con il loro lavoro pagheranno agli italiani le pensioni. Ma che lavoro fanno gli invasori nullafacenti e mantenuti anche con le tasse dei pensionati? O in Europa vince la destra nazionale e sociale (che i disonesti della falsa sinistra definiscono estremista) o qui siamo fottuti. Vi sono poi i cretini (teorema:chi è fesso è fesso. Corollario: senza rimedio) che dicono che la colpa è degli italiani che non fanno abbastanza figli. Ma questo dovrebbe essere un fatto positivo in un territorio già sovraffollato come l'Italia, che subisce ancora la conseguenza negativa del boom demografico degli anni '50-'60. La ferrea legge dell'economista Vilfredo Pareto dice che la ricchezza di uno Stato è direttamente proporzionale al reddito e inversamente proporzionale alla popolazione. Se aumenta la popolazione diminuisce il reddito. Dunque una delle due: o si produce continuamente di più (con conseguente aumento dell'inquinamento) per inseguire l'aumento della popolazione, oppure bisogna far diminuire la popolazione senza che sia necessario produrre ed inquinare di più per aumentare la ricchezza di un popolo. 

L'aumento della popolazione porta ad un degrado sociale perché bisogna costruire orride periferie sottraendo terra coltivabile per consegnarla alla speculazione edilizia. La diminuzione, o almeno il non aumento, della popolazione porterebbe ad un recupero dei centri storici e ad una migliore vivibilità cittadina. Inoltre la criminalità è proporzionale all'affollamento. Ma allora quale soluzione si dovrebbe prospettare in una situazione che vede in Italia una grossa percentuale di pensionati mantenuti da una popolazione lavorativa non bastevole oggi per pagare le pensioni? La soluzione è antica quanto Platone, anche se allora non esisteva il sistema pensionistico. Platone nell'ultima opera (Le Leggi) aveva capito il grosso pericolo di una immigrazione permanente, che sarebbe divenuta maggioranza rispetto agli ateniesi, che sarebbero stati espropriati della loro cittadinanza. Egli scrive a proposito degli immigrati: "Dopo vent'anni - io dico: troppi - prendano la loro roba e se ne vadano". Dunque nessuna concessione di cittadinanza agli stranieri, fatte salve per Platone alcune eccezioni per individui che abbiano particolari meriti. Ecco la soluzione: entrino in Italia solo coloro che possano trovare un lavoro legalmente retribuito e che gli italiani non siano disposti a fare. Ho detto "legalmente" perché molti italiani sarebbero disposti a fare gli stessi lavori che oggi fanno gli immigrati (regolari o irregolari) se non fossero costretti anch'essi ad essere sfruttati e pagati in nero senza i contributi pensionistici. La si smetta dunque di dire disonestamente che gli immigrati fanno in ogni caso i lavori che gli italiani non vogliono fare. Non li fanno per non essere sfruttati come lo sono gli immigrati. L'immigrazione regolare deve avvenire a rotazione. Dopo un certo numero di anni se ne devono andare per non mettere qui radici. E che non venga concesso l'ingresso agli islamici, perché non esiste un islamismo moderato. Infatti non esiste un Corano moderato. In questo modo si darebbe la possibilità ad una più vasta popolazione di immigrati di godere per un certo numero di anni di un lavoro legale con rimesse nei loro Paesi di origine.  Ora è in progetto la farsa del "reddito di inclusione" (per timore del "reddito di cittadinanza" di 5 Stelle). Ma questo progetto prevede 400 euro al mese  per 4.600.000 poveri con una scala di priorità: famiglie con almeno due figli, famiglie con disabili, etc. Ma non si capisce come questo progetto farsa possa essere coperto finanziariamente con soli due miliardi. E adesso attenzione: di questo progetto usufruiranno anche i "migranti" che vivano da cinque anni in Italia. Dopo la farsa anche la beffa. 
Possibile che vi sia ancora una grossa percentuale di italiani antitaliani che votano PD (Partito della Disgrazia o della Disonesta o della Demenza)? Oggi la vera sinistra è a destra. Siamo arrivati a questo paradosso. Come farlo capire?      

Ungheria, torna il pugno duro:
detenzione per tutti i migranti

Migranti, Corte di giustizia Ue:
'I Paesi possono rifiutare i visti'


Veritas vincit: Le incongruenti pretese dei profughi - Freeanimals

freeanimals-freeanimals.blogspot.no/2017/.../le-incongruenti-pretese-dei-profughi.ht...
08 gen 2017 - Le incongruenti pretese dei profughi. Testo di Paolo Sensini ... Appena arrivati qua tutti indomabili reclamatori di "diritti e dignità umana"; là invece pecorelle che scappano a ... Le 4 Leggi della Spiritualità insegnate in India.

lunedì 6 marzo 2017


Giornalisti incoscienti





Su la 7 il delirio razzista contro gli italiani dei piddini. Parenzo e' un pazzo invasato. I giornalisti di Sinistra stanno facendo una propaganda pro invasione terrificante. Tutto questo non porterà a niente di buono. Il Pd criminale vuole africanizzare in poco tempo l'Italia, condannare gli italiani ad un futuro di sottomissione e miseria. Vedo una brutta guerra all'orizzonte tra pochi anni...purtroppo.
 
 

IL CRIMINALE DELLA FINANZA SOROS

L’uomo delle flotte umanitarie

Solo pochi giorni fa la Commissione Ue annunciava la necessità di espellere un milione di migranti illegali. Solo ieri in Sicilia ne sono sbarcati 1.500 recuperati grazie al solerte impegno delle navi soccorso gestite da organizzazioni umanitarie (Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms, Sea-Watch.org, Sea-Eye, Life boat) che annoverano tra i propri finanziatori la Open Society e altri gruppi legati al milionario «filantropo» George Soros. Bruxelles, a questo punto, farebbe bene a spiegare che per fermare il traffico di uomini bisogna combattere non solo le organizzazioni criminali, ma anche la carità pelosa, e politicamente motivata, di Soros e della sua galassia buonista. Una galassia a cui l’ottuagenario filantropo ha promesso il 20 settembre scorso investimenti da 500 milioni di dollari per favorire «l’arrivo dei migranti». 

5 commenti:

RIC ha detto...

ovvio che parlino cosi questi due personaggi.Soros e Parenzi. Due ebrei che applicano i protocolli dei savi di sion. distruggere , indebolire , ridurre all' obbedienza i popoli destinati per loro natura a servire il popolo prediletto.

22.17) Leon Blum , politico francese, deputato socialista nel 1929, Massone del Grande Oriente di Francia, divenne il leader indiscusso del Fronte Popolare delle Sinistre .nel periodo 1936-38. Durante la 2° Guerra Mondiale i tedeschi lo rinchiusero in un campo di concentramento.

Nel 1947 ando’ a presiedere per l’ ultima volta un Governo. L’obbiettivo finale di Blum rimase, anche quando era primo ministro del Fronte Popolare, l’instaurazione di una repubblica
bolscevica così come espose lui stesso in un discorso pubblico del 1937: ‘Io governo per il fronte popolare sopra un programma troppo moderato per i miei gusti allo scopo di conservare i radicali nella mia maggioranza, ma ritraggo pazientemente dal regime attuale
tuttociò che è possibile , tuttociò che vi è di dinamico per orientare le masse alla distruzione del capitalismo ed alla creazione di un regime marxista integrale. La rivoluzione che è lo scopo finale che io perseguo, non ha bisogno di essere violenta ed io mi auguro che essa eviti spargimenti di sangue. Ma l’essenziale è , per me , che essa si stabilisca o con le buone o con le cattive sopra le rovine di un passato abolito, dal quale le idee di famiglia, di religione e di patria non potranno più mai risorgere.’



Uno degli esponenti religiosi che probabilmente ci fornisce maggiori spunti di analisi è Ovadia Yosef, nel 1970 vincitore dell'Israel Prize per la letteratura rabbinica, dal 1973 al 1983 ricoprì l'incarico di Rabbino Capo sefardita d'Israele. Guida spirituale del partito religioso Shas, nel 2005 fu votato, in un sondaggio di Ynet, come il 23° più grande israeliano della storia [2].
"I non ebrei sono nati solo per servire noi. Senza questa funzione, non hanno motivo di essere al mondo" disse in un suo sermone dell'ottobre 2010. [...] "Devono morire, ma [Dio] dà loro una lunga vita. Perché? Immaginate: se l'asino di una persona morisse, questa perderebbe i suoi soldi, questo è il suo servo.. Ecco perché ha una lunga vita: per lavorare bene per questo ebreo". "Perché c'è bisogno dei gentili? Questi lavoreranno, areranno la terra, mieteranno e noi staremo seduti come dei signori e mangeremo" [3].

https://unmondoimpossibile.blogspot.it/2016/06/il-lato-sionista-di-rebbekah-dorothea.html

Anonimo ha detto...

Professore, è plausibile che vi sia una regia internazionale ben architettata dietro questa folle immigrazione?

Alessio ha detto...

L'Italia è la più sorda di tutte le nazioni europee, nel 2015 l'Europa ha iniziato a prendere coscienza piuttosto tardi dell'enorme problema tentando di arginarlo, di stabilire quote di accoglienza minime, l'Inghilterra ormai ha ridotto moltissimo gli arrivi dopo che nel 2010/2011 si era giunti ad un continuo afflusso, solo l'Italia continua ad accogliere, ma i tempi sono cambiati, anzi, dal 2015 è in atto una forte inversione di tendenza nell'atteggiamento delle nazioni. Evidentemente alla Chiesa cattolica non dispiace molto l'invasione islamica, tra religiosi ci si intende, l'Italia crede anche di non subire attentati di matrice islamista visto l'atteggiamento "aperto", ma si scava la fossa da sola. Ora alle elezione di aprile se vince Le Pen (ed è piuttosto probabile....) ne vedremo davvero delle belle,il 2017 forse sarà l'anno storico della svolta antieuropeista e della dèblacle della sinistra europea. Non mi stupirei se da qui a qualche decennio solo l'Italia finisse per avere una cospicua maggioranza islamica al suo interno ed allora l'ISIS si autoinviterà in Vaticano, voglio proprio vedere che fine farà l'accoglienza......

Anonimo ha detto...

professore,
Minniti non sembra affetto dal morbo del buonismo. forse è un comunista "vecchia scuola", di quelli duri, non un mollaccione. dice infatti che i migranti mantenuti devono fare lavori socialmente utili. so già che la sua proposta finirà in niente, perché qualcuno dirà che è incostituzionale. comunque, meglio lui di alf-ano, che assecondava la logica del "poverino".
saluti,
marco

Pietro Melis ha detto...

Minniti è un fanfarone inconcludente. I lavori socialmente utili non sono obbligatori. Inoltre ha cercato di prendere accordi con un fatiscente governo di Tripoli (Al Sarraj) che non governa nemmeno sulle coste antistanti a Tripoli, da dove partono i barconi. Avrebbe dovuto cercare accordi con il governo laico di Tobruk e con l'uomo forte di Tobruk che è il generale Haftar.